GlobeTrottingKids

Quando ho scritto il primo articolo su Genova con Bambini (Genova con Bambini: 10 Imperdibili Tappe in Centro Città!), che è stato un vero successo, una persona ha scherzosamente commentato che facendo tutte quelle attività in una settimana avrebbe dovuto fare un mutuo! Bene, questo commento mi ha incentivato a scrivere un altro articolo sulle attività carine da fare a Genova con bambini a costo zero… Ecco tutte le attrazioni!

Tenete anche conto che potete trovare tutte le informazioni su Genova sul bel sito Visit Genoa (Ente del turismo genovese), mentre su 101 Gite in Liguria potete trovare tante idee sia per le attività in città che per gite nei dintorni e in Liguria!

 

 

Itinerario in Centro Storico a Genova

questa è la zona dove si concentrano la maggior parte di attrazioni, e dove un turista vuole stare, soprattutto se sta poco tempo e quindi deve concentrare tutto in pochi giorni. Nel centro storico più grande d’Europa ci sono innumerevoli musei, castelli, chiese, palazzi da visitare che per comodità ho ideato un “itinerario a misura di bambino”:

Da Piazza Caricamento, la grande piazza sul mare davanti al famoso Porto Antico (dove c’è una giostra permanente tra l’altro), si può ammirare Palazzo San Giorgio, restaurato di recente e con una splendida facciata affrescata; alle sue spalle, si sale per Via San Lorenzo, fino a raggiungere la Cattedrale, da visitare anche internamente. Proseguendo per la strada pedonale si può entrare a palazzo Ducale. Proseguendo da piazza Matteotti in su, si arriva a Porta Soprana, una delle porte della città, dove in alcuni giorni si possono anche qui visitare le torri, mentre scendendo la strada a gradoni verso Piazza Dante si arriva alla Casa di Colombo. Da qui si può girare a sinistra per tornare verso Palazzo ducale in Piazza de Ferrari, dominata dalla grande fontana e dal Teatro Carlo Felice (teatro dell’Opera).

Accanto a Palazzo Ducale consiglio di fare una deviazione per Salita San Matteo, che porta ad una piazzetta molto carina con la Chiesa omonima, molto bella internamente. Risalendo verso Piazza de Ferrari si scende poi per Via XV Aprile, via dello shopping, fino a Piazza Fontane Marose, e da lì si imbocca Via Garibaldi, con i suoi magnifici palazzi e musei, i più famosi dei quali sono Palazzo Rosso, Palazzo Bianco e Palazzo Tursi. Proseguendo per Via Garibaldi e poi per Via Cairoli si arriva all’altra porta della città, ovvero Porta dei Vacca, vicino alla quale Via del Campo (famosa per la canzone di De Andrè) ospita un negozio Museo Viadelcampo29rosso, dedicato ai cantautori genovesi. Proseguendo per via Gramsci sul mare si arriva alla Commenda di Prè, il vecchio ospitale in cui venivano i pellegrini diretti in Terra Santa. Oggi è sede di un museo dedicato alla storia della città. Accanto, la chiesa di San Giovanni di Prè è la mia chiesa preferita di Genova, molto gotica e suggestiva. Guardando verso il mare si può vedere la Lanterna, simbolo della città. Si può poi passare da Villa del Principe, vicinissimo alla stazione Principe, con i suoi bellissimi giardini all’italiana, fare una deviazione verso l’alto e prendere l’ascensore di Montegalletto (dalla stazione) che arriva al Castello d’Albertis, in un grande parco panoramico. Tornando in Via Balbi (dalla stazione la via che scende verso Piazza dell’Annunziata) si può ammirare Palazzo Reale (bello sia dentro che il parco esterno), la chiesa dell’Annunziata e poi si ritorna verso il mare a Piazza Caricamento.

 

Botteghe storiche genovesi

Mentre si è in giro per il centro storico, si può approfittarne per ammirare le botteghe storiche (ci sono anche tour guidati con degustazioni per vostra informazione). Genova ha più di 30 botteghe che risultano iscritte in un albo speciale e sono protette dalla Sopraintendenza delle Belle Arti. Sono tutte situate in edifici storici, con particolari arredi d’epoca, targhe, attrezzature e strumentazione in uso da lunghissimo tempo e ancora inerente l’attività che vi si svolge. Devono essere tutte in attività da almeno 70 anni e soddisfare i requisiti della Sopraintendenza; vi sono incluse famosissime e storiche pasticcerie, farmacie, drogherie, librerie, gioiellerie e negozi di abbigliamento. Alcune di queste sono veramente mitiche, per i genovesi sono una tradizione apprezzata e per i turisti possono essere attrazioni carine da vedere.

Potete consultare il sito Botteghe Storiche per la lista e fotografie di tutte queste botteghe, e i suggerimenti su come raggiungerle e visitarle con un tour fai da te.

 

Giardini Acquasola e Villetta di Negro

In centro città, si trovano due parchi molto carini, praticamente uno di fronte all’altro, e diversi tra loro per cui è carino visitarli anche nello stesso giorno. Si trovano a due lati di Piazza Corvetto (la piazza con la statua di Vittorio Emanuele a cavallo!); i giardini dell’Acquasola sono in piano e hanno molti playground per bambini, che troveranno da divertirsi sicuramente! Mentre Villetta di Negro, dall’altra parte della piazza, è un parco verde un po’ collinare che ha laghetti con cigni e papere, una cascata, e tanti sentierini da percorrere, dai quali più in alto si può ammirare una bella vista sulla città. A me piacciono entrambi e possono rappresentare una bella pausa dalle camminate e gite in centro!

 

Porto Antico – Playground per bambini e Biblioteca dei Bambini e dei Ragazzi De Amicis

Al Porto Antico, la zona classica del turismo a Genova, si trovano tantissime attività per bambini che ho già citato e descritto nel primo articolo su Genova. Ci sono due attrazioni completamente gratuite per bambini: i playground che si trovano accanto al palazzone rosa dove sta Eataly, e la Biblioteca dei bambini e dei ragazzi De Amicis. La Biblioteca ci piace molto, ha tantissimi libri per ogni età che si possono consultare con i bambini sul momento (per prenderli a prestito occorre fare la tessera), tanti spazi dove fermarsi e leggere insieme ai nostri bimbi e anche libri in diverse lingue. La Biblioteca organizza anche laboratori (a pagamento), e attività carine per bambini a cui noi abbiamo partecipato qualche volta.

 

Eventi gratuiti a Genova

A Genova ci sono spesso eventi gratuiti che si tengono spesso al Porto Antico nell’Arena del Mare (sotto il tendone bianco). Ultimamente abbiamo avuto il Suq (con tanti spettacoli e bancarelle provenienti da ogni paese del mondo), il Festival del Vintage, la Notte Bianca dei Bambnini, e altri divertenti eventi a cui si può partecipare gratuitamente. Inoltre, i CIV di quartiere organizzano spesso in estate varie manifestazioni o eventi cui si può accedere senza pagare nulla; un esempio sono le serate di Nervi al giovedì sera (con tantissime attività per bambini come baby dance, truccabimbi e musicisti in piazza), feste in spiaggia a Priaruggia e Quinto, con grigliate e fuochi d’artificio…

Vi consiglio di visitare i portali che ho indicato sopra per conoscere tutti gli eventi che si tengono in città durante la vostra permanenza!

 

Parco Urbano delle Mura e Forti al Righi

Il magnifico paesaggio del Parco delle Mura deve il suo nome alle Mura Nuove, erette nel Seicento a difesa della città. Le mura sono ancora ben conservate e sono un monumento urbanistico e storico unico, oltre a costituire il luogo di incontro fra la città e la natura che la circonda. Il Parco tutela centinaia di ettari di colline a cavallo fra la val Bisagno e la val Polcevera, le principali valli cittadine. Oltre alle Mura seicentesche il Parco comprende alcuni forti militari costruiti fra il XVII e il XIX secolo e tutela i valori naturalistici di quest’area in cui vivono alcune specie animali e vegetali protette. Il percorso classico inizia dal capolinea della funicolare (Righi) e prosegue verso i Forti Castellaccio e Sperone, a 450 mt. di quota; già da qui la vista si apre su tutta la città, ed è una bella escursione in mezzo alla natura. L’escursione può continuare verso il Forte Begato che domina la Val Polcevera, o verso l’interno per raggiungere il piccolo Forte Puin ed il magnifico Forte Diamante, posto a 660 mt. di quota, il più alto ed isolato del Parco.

L’itinerario attraversa pascoli, prati, boschi, ruderi di un passato agreste e pastorizio. Dal sentiero principale si distaccano, inoltre, deviazioni che permettono il collegamento con altri percorsi e consentono di modulare la visita a seconda delle singole esigenze di tempo, difficoltà ed interesse.

 

Musei Civici di Genova – Domenica gratuiti per i residenti!

Non è molto pubblicizzato ma alla domenica i Musei civici genovesi sono gratuiti per i residenti! Noi ne approfittiamo in inverno per scoprire i nostri musei cittadini… tra cui il Museo di Storia Naturale (fantastico per i bambini, ci torniamo una volta l’anno almeno), i Musei di Strada Nuova (in via Garibaldi) come Palazzo Bianco, Palazzo Rosso e Palazzo Tursi, il Museo di Arte Contemporanea a Villa Croce (circondato da un bel parco con giochi per bambini tra l’altro), o il Museo Luxoro a Nervi (nei parchi di Nervi di cui parlo successivamente), il Museo di Arte Orientale (di cui consiglio la visita in abbinata a Villetta di Negro), o il Museo di Sant’Agostino. Trovate tutte le informazioni sul sito: Musei di Genova

 

Boccadasse e Corso Italia

Corso Italia è una passeggiata a mare panoramica in centro città, che dalla Foce (piazzale Kennedy) porta fino al quartiere di Sturla. Si possono portare i bambini in bicicletta, sui pattini o monopattini, e arrivare infine a Boccadasse, lo storico borgo di pescatori in fondo alla passeggiata che è ammirato e fotografato da tutti i turisti! In effetti Boccadasse è uno spettacolo, e ha mantenuto la sua atmosfera di borgo antico con le casette colorate e le barche di pescatori. La spiaggetta è libera e in estate si può ovviamente approfittare per fare un tuffo e rinfrescarsi!

 

Nervi – Passeggiata e Parchi

Nervi è un quartiere che trovo molto vivibile con bambini e che non dovrebbe mancare a chi visita Genova per più di un paio di giorni… qui si può arrivare al porticciolo, molto carino da vedere, e percorrere la passeggiata a mare, lontani da traffico di auto e con panorami stupendi. Quasi in fondo alla passeggiata (in cui possiamo portare i bimbi anche in bicicletta, sui pattini etc) si può entrare sulla sinistra ai parchi di Nervi, un vero polmone di verde in città. Ai Parchi ci sono tanti pratoni in cui fermarsi a giocare, ville storiche che si possono visitare, e un bellissimo playground per bambini all’ombra e con panche per fare i picnic. I giochi per bambini sono sia per piccini che per i più grandicelli, oltre ai classici scivoli ci sono i tubi e tanti giochi per arrampicarsi. In estate potete poi rinfrescarsi con un tuffo a mare dalla spiaggia libera di Capolungo (andando verso levante) oppure le varie spiagge di Quinto (tornando verso Genova).

 

Il Mare e le Spiagge Libere

Non ci sono moltissime spiagge libere a Genova, e sono ubicate più spesso nei quartieri periferici e non in centro città. Vicina al centro c’è uno spazio in Corso Italia (dietro all’Abbazia di San Giuliano), la spiaggetta di Boccadasse in fondo a Corso Italia, poi andando verso levante c’è Vernazzola, lo spiaggione di Sturla, Priaruggia, le spiagge di Quinto e infine la spiaggetta di Capolungo (in fondo alla passeggiata). Se andate verso ponente, invece, la spiaggia libera più carina è Vesima, dopo Voltri.

 

Segnalateci anche voi tutte le varie attività che possiamo aggiungere alla lista!

Se ti è piaciuto il nostro articolo (e se sei arrivata/o fin qui vuol dire di sì!), registrati al nostro sito, così non ti perderai le newsletter quindicinali e avrai accesso ai contenuti speciali per gli utenti registrati! www.globetrottingkids.com/it/utenti/registrati

Google Translation:

Accedi al tuo Account:

Trovaci:

Di seguito, i collegamenti per trovare GlobeTrottingKids sui principali social network.

Collabora con noi:

Ti piacerebbe curare una rubrica o comunque collaborare al blog? Faccelo sapere e ti contatteremo!