GlobeTrottingKids

Dubai e in generale gli Emirati sono il viaggio ideale per famiglie e dopo averci vissuto tre mesi possiamo a buon titolo affermare che è veramente il paese dei balocchi e l’ideale per chi viaggia con bambini! Qui abbiamo raccolto una guida completa che potete stampare e portare con voi, e che riporta tutte le informazioni utili per organizzare il viaggio, dove alloggiare, quando andare, e cosa visitare in ogni aerea della città! Non perdetevi Dubai, la città delle meraviglie! E se volete visitare anche altri Emirati, potete leggere tutte le informazioni qui: Un Viaggio negli Emirati Arabi con Bambini!

Notizie generali per organizzare il viaggio

Per arrivare a Dubai la compagnia migliore è sicuramente Emirates, che ha voli diretti da Milano e da Roma, e che come compagnia aerea è fantastica anche per i bambini. Con il volo diretto, in meno di 6 ore si arriva. Per spendere meno sicuramente abbiamo Lufthansa con scalo, oppure la Turkish che fa sempre scalo a Istanbul e che da Genova per esempio ha tariffe veramente convenienti, ma la contropartita è che gli orari di arrivo sono notturni…

Il visto si prende all’arrivo, e proprio recentemente le condizioni sono cambiate. Ora vale 3 mesi allo scadere dei quali occorre uscire dal Paese per altri 3 mesi prima di poter rientrare. Quando noi eravamo lì invece, il visto valeva 30 giorni ma si poteva tranquillamente uscire e rientrare in giornata per avere un ulteriore visto di 30 giorni... Non esistono visti di lavoro temporanei, e la procedura per prendere la residenza e quindi il visto permanente è lunga e richiede tanti documenti da fare e soldi da depositare nella banca locale). Per rinnovare il visto siamo stati in Oman la prima volta, facendo anche una gita nel Paese, mentre la seconda volta coincideva con il nostro viaggio in Iran (vedi il diario di viaggio).

Per gli alberghi e la zona in cui alloggiare, sicuramente consigliamo dove stiamo noi e che abbiamo proprio scelto dal primo momento, ovvero Dubai Marina, e precisamente Jumeirah Beach Residence, che si trova sulla spiaggia secondo noi più bella di Dubai, JBR appunto. Ci sono una serie di alberghi lungo il mare tra cui Sheraton, Hilton, Amwaj Rotana, Movenpick, Ramada Plaza. Sono tutti hotel di lusso con mille servizi; noi abbiamo alloggiato al Ramada Plaza la prima volta che siamo stati, mentre poi avevamo un appartamento in un grattacielo sempre lì nel complesso. Posso anche consigliare i Suha apartments sempre a JBR, che si trovano su booking.

La prima cosa che mi ha colpito all’arrivo a Dubai è stata l’estensione della città, veramente lunghissima! Per girare a Dubai c’è una ottima metro, che però rimane all'interno e benché sia utile per andare ad esempio al Dubai mall, a Deira o alla Marina, per raggiungere i posti lungo il mare consiglio i taxi, che sono economici. Anche dall'aeroporto e' in assoluto il metodo migliore per arrivare in hotel, senza bisogno di prenotare in anticipo. Se trovate un buon prezzo anche la macchina e' una buona opzione, infatti in tutti i posti ci sono parcheggioni gratuiti, e naturalmente comodi. Noi abbiamo l’auto pertanto dopo i primi tempi ci siamo impigriti e complice il fatto che ci sono parcheggi ovunque gratuiti e che la metro non arriva ovunque, alla fine usiamo quasi sempre questa. Ad oggi ho letto che hanno finalmente aperto il tram in zona Marina, che collega anche la metro, per cui potrebbe essere più agevole girare se si vuole spostarsi lungo la costa.

Abbigliamento: molti si chiedono come ci si debba vestire per girare a Dubai o andare in spiaggia. La risposta è come vestireste in occidente, con qualche accortezza di non utilizzare top scollati o pantaloncini/gonne troppe corte nei luoghi tipo centri commerciali, metro, posti frequentati da tanti locali, dove è espressamente vietato e anche se nessuno probabilmente vi direbbe nulla, è comunque imbarazzante essere sempre fissate. Le effusioni in pubblico non sono apprezzate. In spiaggia si gira come si vuole (ovviamente è vietato il topless), ma appena al di fuori della zona sabbiosa occorre coprirsi, anche solo per andare al bar.

Sicurezza e salute: come sicurezza, non riesco a pensare ad un luogo più sicuro di Dubai, in giro c’è una quantità assurda di addetti alla sicurezza o poliziotti, mentre a livello di salute e' preferibile evitare di bere acqua del rubinetto e in generale mangiare frutta troppo acquosa tipo anguria. Le conseguenze sono al massimo del banale mal di pancia, ma non è piacevole quando si è in viaggio! A noi capitano più volte episodi di mal di pancia, perché ovviamente mangiamo frutta e verdura locali, e una volta abbiamo persino portato Aurora all’American Hospital (migliore clinica per bambini a Dubai). Da ricordare che non esiste qui la sanità gratuita, per cui meglio avere l’assicurazione di viaggio per spese mediche che sono paragonabili a visite specialistiche qui in Italia (a noi è costata circa 100 euro la visita per Aurora, molto dettagliata).

Clima e quando andare: come sempre il caldo è relativo ma sconsigliamo sicuramente di andare quando non si riesce a stare all’aria aperta! Quindi evitate i mesi da maggio a settembre che possono essere veramente fastidiosi soprattutto venendo da un clima diverso (noi siamo rimasti fino a maggio e nonostante ci fossimo quindi abituati gradualmente, a fine maggio stavamo iniziando a scioglierci… e il problema è che sera o giorno è uguale, non rinfresca mai!). Noi vogliamo tornare per Natale/Capodanno, quando ancora si può fare il bagno (attenzione che gennaio e febbraio di solito non si riesce a stare in acqua che è ancora freddina), ma il clima è ottimo, e poi vogliamo vedere i festeggiamenti di capodanno al Burj Khalifa che ogni anno sono sempre più strepitosi!!

Zone da visitare

Dubai Marina e JBR

La zona della Marina rimane dietro JBR, con un bacino d'acqua artificiale e una lunga passeggiata in cui si affacciano prevalentemente ristoranti, infatti è una zona molto carina dove andare di sera a cenare e passeggiare. C’è ovviamente lo Yacht Club, e tantissimi ristoranti e locali, di varie nazionalità (i libanesi sono i nostri preferiti, con gli antipasti infiniti – meze – insalate saporite e carne o pesce cucinati speziati), e alcuni hanno anche la possibilità di fumare la shisha, con tabacco aromatizzato. Questa è un’usanza molto comune qui a Dubai, a noi piaceva andare in questi ristoranti per poter fare come i locali e fumare dopo cena. Lungo la passeggiata di Dubai Marina ci sono numerosi giochi (sotto i ponti per offrire ombra nella stagione calda), in modo che i bambini oltre a poter scorrazzare possano anche giocare. Inoltre c’è il Marina Mall, al cui interno ci sono tanti negozi, ristoranti, bar, una libreria che ha anche bellissimi libri per bambini, e un’area a pagamento per farli giocare all’ultimo piano chiamato Favourite Things - (che però a noi non ha entusiasmato e la riteniamo anche sproporzionatamente costosa!). Fuori dal mall, una giostra genere antico accoglie sempre i bambini!

Una gita da fare da Dubai Marina è prendere uno dei ferry che partono vicino allo Yacht Club per fare un’escursione in mare e vedere lo skyline di Dubai. Noi abbiamo preso il ferry verso Deira e ci è piaciuto tantissimo. Consultare il sito www.dubai-ferry.com per vedere i vari itinerari e orari.

Jumeirah Beach Residence, dove abitiamo, è la parte della Marina sul mare, e per noi è il posto in assoluto migliore dove stare qui a Dubai! La spiaggia davanti molto lunga e di sabbia fine e bianca, e' libera e ha una zona attrezzata dove si possono prendere lettini e ombrelloni, c’è una zona splash a pagamento dove i bimbi possono giocare, un cinema all'aperto con divani comodissimi, numerosi ristoranti lungo il mare nel nuovissimo complesso all'aperto The Beach (sono tutti buoni ed offrono cibi di diversa nazionalità per cui dipende dai vostri gusti). A JBR c'è' anche un complesso multisala al chiuso e vari negozi dove potete trovare roba da spiaggia. I ristoranti migliori sono quelli sul lungo mare, tutti di ottima qualità, e si spende più o meno come in Italia, mentre i posti lungo The Walk (la passeggiata parallela più interna) sono molto più economici ma un po’ meno carini, anche se in tanti posti la qualità è comunque buona. A proposito di cibo, se siete a Dubai durante il loro week end (venerdì e sabato) vi consiglio di non mancare il brunch del venerdì organizzato in tutti gli alberghi e ristoranti, e' davvero spettacolare e un vero proprio rito locale. Noi ad esempio siamo andati al Movenpick a JBR e oltre a buffet giganteschi di ottimo cibo, cuochi che sul momento grigliano carne o pesce, c’erano i musicisti che suonano jazz e l’area gioco per bambini con intrattenimento incluso.

In questa zona consiglio anche di prendere un cocktail allo sky bar dell’Hilton, da cui si vede un panorama magnifico sulla palma, o al Barasti Bar, direttamente in spiaggia, oppure di provare il Buddha Bar per un’atmosfera alternativa.

Palm Jumeirah: sempre in zona merita una menzione separata la Palma, già di per sé un’attrazione. Noi siamo andati a fare una gita in macchina per girarla un po’ curiosando tra le varie ville sulla spiaggia, hotel e fermandoci in qualche posto per fotografie panoramiche verso Dubai Marina. Inoltre con amici siamo stati al mitico hotel Atlantis, che abbiamo raggiunto in monorotaia. Sul loro sito (www.atlantisthepalm.com ) si possono leggere tutte le attrazioni che formano questo grande complesso (non solo hotel anzi…), e si possono prenotare già i biglietti e prendere le offerte. Noi abbiamo preso un’offerta che includeva la visita all’acquario (Lost Chambers), l’entrata ad Aquaventure (il parco acquatico più bello in assoluto di Dubai), e comprendeva un pasto all’interno, per circa 50 euro a testa. Altre attrazioni sono il delfinario, che può prevedere anche un incontro ravvicinato con i delfini o le foche, Spa di lusso, e corsi diving o immersioni singole. Il parco acquatico Aquaventure è veramente spettacolare, e in una giornata non siamo stati in grado di esplorarlo completamente talmente è grande… Ci sono attrazioni incredibili al suo interno, tra ciambelloni sui fiumi, rapide, scivoli pazzeschi che entrano nei tunnel degli squali… abbiamo trascorso una giornata fantastica e i bimbi erano felicissimi! Anche i ristoranti dell’Atlantis sono da provare, e non così costosi come avremmo pensato.

Emirates Mall (www.malloftheemirates.com): sempre in questa zona, ma verso l’interno, si trova l’Emirates Mall, il centro commerciale famoso per avere al suo interno la pista da sci… Ovviamente anche noi siamo andati a vederla, ma da fuori (ci sono enormi vetrate e abbiamo fatto merenda alla Cheesecake Factory che ha vetrate confinanti per cui avevamo il panorama direttamente dal tavolo); non siamo mai entrati infatti perché tutti i colleghi mi hanno avvertito che lo sbalzo di temperatura è talmente alto che tutti si sono poi ammalati (siete avvisati…). In ogni caso, potete vedere direttamente sul sito www.skidubai.com le possibilità attività da fare nel complesso, che non si limitano allo sci, ma anche all’incontro con i pinguini, le scivolate dentro palloni enormi trasparenti, e snowboard. Si possono anche prenotare lezioni di sci private! Tutto l’abbigliamento e l’attrezzatura è inclusa nel prezzo del biglietto (che ovviamente è piuttosto caro), eccetto il berretto. Per il resto, Emirates Mall rappresenta il centro commerciale in cui la gente che abita in zona New Dubai (inclusi noi) va a comprare, in quanto c’è moltissima scelta di negozi un po’ a tutti i prezzi. Dentro il Mall, a parte il cinema presente in tutti i centri commerciali, c’è Magic Planet, un’area divertimenti molto carina per i bambini, ad Aurora è piaciuta molto soprattutto per i tappeti elastici, gli autoscontri, la nave, e vari giochi che solitamente da noi sono nei luna park all’aperto. In questo mall anche un negozio di giocattoli enorme, the Toy Store, che ha peluche di elefanti e giraffe a grandezza naturale, macchine elettriche per bambini, e ogni sorta di gioco che potete immaginare! Inoltre, ci sono spesso addetti che provano i giochi stessi con i bambini.

Ibn Battuta Mall (www.ibnbattutamall.com ): questo mall è un po’ più da locali e situato molto vicino alla Marina verso Abu Dhabi. E’ un centro commerciale un po’ atipico perché non è iper morderno, ma ha padiglioni di varie nazioni con decorazioni tipiche, costruzioni interne particolari e negozietti. Noi andavamo spesso la sera perché vicino a casa, anche per mangiare e per fare divertire Aurora nella zona gioco.

Zona Burj al Arab e dintorni

Il Burj al Arab è il famoso hotel a vela di Dubai, sul mare e vicino ad una bella spiaggia (Umm Suqeim Beach) da cui ovviamente ammirare la sua linea. Si può entrare al Burj prenotando una cena o un aperitivo o un tè dentro uno dei ristoranti, noi non siamo mai andati intanto per i prezzi assurdi, e poi perché i bambini non sono accettati quasi in nessun posto. Se siete interessati, potete curiosare sul sito www.jumeirah.com cercando l’hotel e potete prenotare online i servizi delle SPA o i ristoranti. Noi ci siamo accontentati di vederlo da fuori, e di andare a bere qualcosa al bar 360, proprio lì sotto.

Un altro posto carino nei dintorni è la Madinat Jumeirah, un complesso di suq ricostruiti, ristoranti, hotel super lusso e locali, in cui andavamo spesso di sera anche con i colleghi. L’architettura è in stile arabo, ed è molto bello mangiare all’esterno nei vari ristoranti sull’acqua ammirando il profilo del Burj o il mare, o fare una crociera all’interno dei suoi canali. Noi abbiamo preso il te pomeridiano all’hotel Mina, meraviglioso! E parecchie volte abbiamo cenato sui canali, senza mai rimanere delusi. All’interno della Madinat, c’è anche un teatro (Madinat Theatre) dove fanno spesso spettacoli per bambini…

In zona un altro parco acquatico molto famoso, il Wild Wadi, che rimane proprio dietro il Burj. E’ molto più piccolo dell’Acquaventure, ed essendo in città piena e convenzionato con tutti gli hotel della zona per i quali l’ingresso è gratuito, è spesso molto affollato e trovare posto sulle sdraio può essere un problema. Naturalmente anche questo è molto divertente, ma se dovete trovarvi a sceglierne uno, decisamente opterei per Aquaventure!

Un posto carino dove portare i bambini per mangiare o anche solo fare merenda, è il Cafè Ceramique, al Mercato Shopping Mall in Jumeirah Road, dove i piccoli artisti possono scegliere un animale di ceramica da pitturare… Noi abbiamo un magnifico cagnolino multicolor a casa!

Infine, al Sunset Mall sempre in Jumeirah Road, un ristorante che può piacere ai bimbi è il Taste of Fame, con diverse statue di cera dei personaggi famosi… Vi accoglie Einstein all’ingresso e dentro cantanti e attori, ha anche una bella terrazza e ovviamente il menu ha di tutto per famiglie.

Più in là su Jumeirah, ci sono parecchie spiagge come la Jumeirah Beach Park, la Jumeirah Open Beach che sono molto frequentate dalla gente del posto e sono carine, ma secondo niente a che vedere con JBR in ogni caso. Noi siamo andati e anche lì ci sono giochi per i bimbi in spiaggia, un po’ di verde, una bella sabbia, ma intanto sono più affollate e poi non hanno la stessa bellezza della spiaggia che abbiamo sotto casa! In zona c’è anche la moschea di Dubai che i turisti possono visitare (Jumeirah Mosque), ma non ne vale la pena. Per una bella moschea consigliamo assolutamente la grande moschea di Abu Dhabi di cui parlerò negli articoli sugli Emirati!

Zona Burj Khalifa e downtown

Alla fermata della metro del Dubai Mall – Burj Khalifa, corrisponde la zona centrale o downtown. Il Burj Khalifa è il grattacielo più alto del mondo e se capitate a Dubai almeno una volta dovete salirci… Noi siamo stati più volte. La prenotazione online è quasi d’obbligo, costa molto meno e si evitano le code, vedere il sito: www.burjkhalifa.ae. Per andare al Burj, occorre prima entrare nell’immenso Dubai Mall (www.thedubaimall.com ), il centro commerciale più grande del mondo (e direi anche costoso), che oltre a negozi, passerelle di moda, ristoranti, bar, ha molte attrazioni per bambini (motivo per cui ci capitavamo spesso): prima fra tutti l’Acquario, un tunnel immenso dentro il quale si possono ammirare pesci di ogni genere, e di solito si abbina alla visita dell’Underwater zoo, al piano di sopra. Noi abbiamo preso il pacchetto che comprendeva l’acquario, l’underwater zoo e la visita alla vasche per dar da mangiare ai pesci. Si può persino fare le immersioni dentro le vasche o andarci in gommone… Altra attrazione carina del Dubai Mall è l’Ice Rink, la pista di pattinaggio su ghiaccio, dove si può andare anche con bambini piccini (Aurora aveva meno di tre anni) perché danno oltre ai pattini, un pinguino a cui appoggiarsi! Ci siamo divertiti un sacco : - ) Sempre all’interno del Mall, Kid Zania è una zona gioco per bambini dentro la quale impersonano vari lavori (pompiere, cuoca, medico, etc); non ci siamo mai stati perché è consigliato per bimbi più grandi, che stanno da soli dentro con animatori e altri bambini. Ancora un’altra attrazione del Mall è Sega Republic, una specie di luna park indoor, adatto per i bimbi più grandicelli.

Fuori dal Mall verso il Burj Khalifa ci sono le fontane danzanti che si attivano verso il tramonto (di solito dalle 7 di sera), ogni mezzora, e “ballano” al ritmo di musica, un must see per chi visita Dubai… Il meglio è guardarle dalle terrazze dei vari ristoranti intorno, noi consigliamo di entrare nel suq al Bahar e mangiare da Baker e Spice, si mangia bene e si può stare fuori proprio davanti alle fontane. Per pranzo dentro il Mall consiglio assolutamente il Rainforest Cafè, proprio all’uscita del tunnel dell’Acquario, per i bimbi è carinissimo con la riproduzione di animali e della foresta, e relativi suoni, in più ha ovviamente menu dedicati e portano da colorare per i bimbi!

Se volete vedere un posto veramente da gente locale, andate al Global Village (www.globalvillage.ae ), un parco immenso con padiglioni che rappresentano tutti i paesi del mondo (o quasi), un luna park, e dove fanno vari spettacoli verso sera. E' molto carino e multiculturale, e frequentato quasi solo da emiratini. In questi casi se l'abbigliamento è più lungo, potete evitarvi sguardi continui! E’ un posto molto carino per andare la sera, in cui fanno anche parecchi spettacoli (giovedì e venerdì sera anche i fuochi d’artificio).

A Dubai ci sono spesso eventi e spettacoli in grande stile e di solito si tengono nei teatri/stadi downtown; noi siamo andati a vedere Peter Pan, ed era un effetto speciale dietro l'altro, con musiche e scenografie di altissimo livello. Un altro spettacolo bellissimo e' stato Cavalia, con cavalli e cavalieri che si esibivano sul palco in acrobazie incredibili. Vale la pena controllare gli eventi su internet sul sito www.dubaicalendar.ae , dove guardavo sempre anche io per prendere i biglietti.

In zona downtown, c’è un parco molto grande e verde, attrezzato con giochi per bambini, laghetto sul quale fare giri in barca e papere e cascate, aree picnic e barbecue, bar con tavolini fuori… si chiama Safa Park, e la vista sui grattacieli da qui è impagabile! Noi portavamo Aurora quando non ne potevamo più di vedere solo cemento e spiaggia e volevamo un po’ di verde! Un altro parco che a noi è piaciuto si chiama Miracle Garden (www.dubaimiraclegarden.com )e rimane però un po’ nell’interno, e' un grande parco a tema floreale, sembra di visitare Euroflora tanto per capirci... Ci sono anche sculture di alberi e fiori, disegni floreali, orologio enorme a fiori e persino la ricostruzione del Burj fiorito. Si può tranquillamente girare qui una mezza giornata; attenzione che dentro c’è un solo bar con bibite e spuntini.

Zona Bur Dubai e Deira

Premesso che se avete poco tempo forse non è il caso di visitare la parte “vecchia” di Dubai, diciamo che non possiede più il fascino di una vera medina araba come vorrebbe sembrare. Noi siamo venuti qualche volta, sia in metro che con il ferry dalla Marina, e abbiamo trovato anche attrazioni carine da visitare, ma non credo siano i posti che un turista si aspetta di visitare qui a Dubai dove tutto è nuovo e moderno… questa zona dovrebbe rappresentare l’area tradizionale della città ma non possiede il fascino delle medine autentiche. Rimane anche parecchio lontana dal centro o dalla Marina, non è comodissimo venirci. Le attrazioni più carine secondo noi sono il Museo di Dubai, in un forte, che ripercorre le tappe della nascita di questa metropoli, il suq, e Hindi Lane, perché con i templi hindu e le bancarelle che vendono offerte e fiori per il tempio sembra di stare in India. Lungo il Creek ci sono anche vari quartieri/museo costruiti per mostrare l’artigianato, l’architettura, e le tradizioni della regione. Carini da visitare ma solo se avete veramente tempo da spendere a Dubai… Dall’altra parte del Creek, c’è Deira, la zona più povera di Dubai, in cui non vi sono molte attrattive se non il suq delle spezie e dell’oro, e vari negozi di gioielli in cui poter contrattare. Anche noi siamo venuti qui a comprare, accompagnati però da una collega indiana che negoziava per noi e che conosceva dove comprare a prezzi convenienti!

Per mangiare in zona vi consiglio Bait Al Wakeel, un ristorante arabo con terrazza sul Creek, buono e perfetto per riposarsi dopo aver camminato in mezzo ai suq.

Un parco bellissimo in zona dove invece siamo andati spesso con Aurora che lo adorava è il Creekside Park, che ospita la Children City. Si tratta di un parco molto bello e grande, all'interno del quale c'è l'edificio che ospita la città dei bambini (genere ludico educativo) – www.childrencity.dm.gov.ae , un altro padiglione all'interno del quale fanno spettacoli con delfini e foche, un altro padiglione dove fanno spettacoli con uccelli e pappagalli, mentre nel parco stesso all’aperto si possono fare giri sui pony e sui cammelli, o sulle macchinette elettriche, poi ci sono i gonfiabili, i classici playground per bimbi, e la possibilità di noleggiare biciclette e fare picnic. Ovviamente il cibo e' onnipresente! Questo parco vale proprio la pena per la quantità e diversità di attrazioni, tutte molto carine per i bimbi!

Deserto

Una gita divertente da fare e molto comune e' la classica gita con la jeep nel deserto; noi ci siamo trovati benissimo con Dubai Private Tour (www.dubaiprivatetour.com). Vengono a prendere in albergo verso le tre, e si parte destinazione deserto; e quando si raggiunge il deserto a dune, l'autista si lancia in spericolate avventure su e giù per le dune, e' molto divertente! Ci si ferma anche per fare Sandboarding, e per ammirare il tramonto... molto romantico!  Si arriva poi al campo, e li si può fare breve gita in cammello, farsi fare un tatuaggio all'henné e comprare qualcosa di tipico prima di sedersi ai tavoli per cena e assistere allo spettacolo (danza del ventre e altri balli arabi). Per i bimbi (accettati sopra i tre anni) è molto divertente, posto che non soffrano troppo la macchina e non si spaventino facilmente. Se già vanno sulle montagne russe, si divertono senz'altro! Aurora si è divertita moltissimo, ed è stata una delle esperienze più belle che ha fatto a Dubai!

Avendo la macchina noi siamo andati per conto nostro in Oman, anche per questioni di rinnovo del visto, e si vedono dei bei panorami, oasi, dune, cammelli, e si passa anche vicino al camelodromo, dove nei week end si svolgono corse di cammelli...

Dubai ci è rimasta nel cuore e contiamo di tornarci ancora… io vado per lavoro e spero che prima o poi possiamo ritornare tutti e tre insieme per almeno un’altra settimana di vacanza e relax (rigorosamente in inverno per goderci il clima ottimo)!

Se ti è piaciuto il nostro diario (e se sei arrivata/o fin qui vuol dire di sì!), registrati al nostro sito, così non ti perderai le newsletter quindicinali e avrai accesso ai contenuti speciali per gli utenti registrati! www.globetrottingkids.com/it/utenti/registrati

Leggi anche l'articolo sulle letture per bambini: Libri per Bambini su Dubai ed Emirati

e l'articolo sulle ricette di antipasti tipici: Hummus e Felafel - Antipasti dagli Emirati cucinati con Bambini

Google Translation:

Accedi al tuo Account:

Trovaci:

Di seguito, i collegamenti per trovare GlobeTrottingKids sui principali social network.

Collabora con noi:

Ti piacerebbe curare una rubrica o comunque collaborare al blog? Faccelo sapere e ti contatteremo!