GlobeTrottingKids

A luglio siamo andati con amici e senza le bimbe a Verona per vedere finalmente un’opera serale all’Arena! Da tanto volevamo fare questa esperienza e finalmente siamo riusciti ad organizzarci e a comprare i biglietti per il Don Giovanni un venerdì sera. Questo è stato il pretesto per visitare anche la bellissima città di Verona, che in due giorni abbiamo visto piuttosto bene... Verona è legata alla leggenda di Giulietta e Romeo e per questo l'ho inserita tra i viaggi delle favole!

 

Per dormire abbiamo cercato un B&B centrale ed economico e ho trovato su Booking il B&B Vicolo 22, che per 60 euro a notte è stata una scelta azzeccata e carina, molto vicino all’ingresso della città, ci hanno anche dato il parcheggio di fronte, il bagno privato e la colazione.

Il venerdì siamo arrivati per le 5 del pomeriggio e dopo aver lasciato auto e zainetto al B&B ci siamo cambiati per la sera e siamo andati a prendere un aperitivo e qualcosa da mangiare dirigendoci in Piazza Bra, la piazza principale di Verona, situata a sud del centro storico e delle varie attrazioni, e sede di numerosi posticini per cenare, e da dove si entra all’Arena. E’ una piazza bellissima, che in tempi antichi corrispondeva all’entrata alla città, e che tuttora conserva molti edifici storici; sedersi in un caffè e guardarsi intorno. A nord della piazza si può vedere l’Arena appunto (visitabile durante il giorno), a sud invece c’è l’Arco Portoni della Brà, con un pezzo di mura antiche. Accanto a queste, il Palazzo Gran Guardia e il Museo Archeologico. Verso est si trova invece il Palazzo Municipale; consiglio di fare la scalinata per ammirare la piazza dall’alto!

Dopo l’aperitivo e una passeggiata in piazza, siamo entrati all’Arena, cercando posto nelle gradinate non numerate per le quali avevamo comprato i biglietti (online sul sito dell’Arena, i biglietti per le gradinate costano 24 o 28,5 euro a seconda del settore). Lo spettacolo è stato molto bello, una bellissima esperienza ed emozioni uniche; bisogna però dire che l’acustica non è certo eccezionale e che si viene per essere coinvolti dalla musica e sentirla bene, bisogna dirigersi altrove! A noi è piaciuto per l’ambientazione, la scenografia, e poi abbiamo seguito il libretto che avevamo sul telefono, altrimenti avremmo capito un po’ poco!

 

Itinerario nel centro storico di Verona

Il giorno seguente abbiamo girato per Verona facendo un itinerario nel centro storico e visitando le attrazioni principali; vi consiglio la Verona Card che vi farà risparmiare parecchio perché include le principali visite in città, e costa 15 euro ad adulto.

Ci siamo diretti in Via Mazzini, la famosa via dello shopping, e poi siamo andati ovviamente a visitare la Casa di Giulietta, con il famoso balcone e la statua (ormai lucidissima) di Giulietta. E’ buffo pensare che in realtà i due protagonisti non sono mai esistiti e che Shakespeare non visitò mai Verona in vita sua; l’attrazione turistica nasce come una brillante operazione di marketing, ad inizio ‘900 quando la città di Verona comprò questa casa e la dichiarò casa di Giulietta della famiglia dei Capuleti. All’entrata c’è un bel cortile con la statua e una miriade di foglietti attaccati al muro, che coprono le pareti, si tratta dei giuramenti di amore eterno scritti con il proprio partner per avere sempre felicità e amore. Ho trovato anche interessante visitare la casa, con il suo stile gotico, perché offre una visione della vita della Verona di allora (ai tempi appunto dei due innamorati shakespeariani), con parecchi pezzi esposti interessanti. Oltre alla Casa, qui a Verona c’è anche la Tomba di Giulietta, che si trova dentro l’Abbazia di San Francesco (noi siamo andati ma non consiglio la visita, non è assolutamente niente di che).

Ho riportato la leggenda di Giulietta e Romeo nella nostra Biblioteca delle Favole accessibile ai soli utenti registrati: www.globetrottingkids.com/it/network-ita/utenti-registrati/biblioteca-delle-favole

Tornando un pochino indietro ci dirigiamo a questo punto in Piazza delle Erbe, ovvero il vecchio centro di Verona, il forum romano dove si svolgeva la vita pubblica. Ancora adesso questa piazza è molto animata, con tante bancarelle, negozi, ristoranti. In questa piazza si possono vedere vari edifici interessanti tra cui il Palazzo Maffei (barocco), la Casa di Mazzanti che ha gli affreschi all’interno, la Torre del Gardello, la Colonna di San Marco (che attestava il potere di Venezia), la Tribuna al centro della piazza in cui avveniva l’investitura delle cariche, la Fontana della Madonna, la Colonna del Mercato, la Casa dei Mercanti. Noi abbiamo scelto di visitare invece la Torre dei Lamberti (accanto al Palazzo del Comune) per salire in cima e vedere il miglior panorama di Verona. La torre è alta 83 metri e si può raggiungere la cima in ascensore oppure scalando i 368 gradini, in ogni caso il panorama dalla piattaforma è meraviglioso e con il bel tempo si vedono anche le colline intorno! Anche il Palazzo del Comune è interessante da visitare, e nel grande cortile interno si svolgono rappresentazioni teatrali in estate.

Poco più a nord si trova la Piazza dei Signori, l’antico centro di potere cittadino, detta anche Piazza Dante per via della statua di Dante Alighieri in mezzo alla piazza. Qui abbiamo ammirato i vari edifici sontuosi e in stile rinascimentale, come la Loggia del Consiglio, il Palazzo del Podestà, il Palazzo dei Tribunali etc. Non ci siamo soffermati a visitarli internamente, ma siamo andati invece a vedere le Tombe Scaligere, il complesso funerario della famiglia che ha governato Verona durante il Rinascimento.

A questo punto abbiamo pranzato in Piazza delle Erbe, e abbiamo poi proseguito ancora verso nord, attraversando il fiume, per andare al Teatro Romano, costruito nella stessa epoca dell’Arena, e dove ancora oggi si svolgono rappresentazioni teatrali in estate. Qui si trova anche il Museo Archeologico di Verona, con un bel chiostro e soprattutto una terrazza che ha una vista spettacolare sulla città! Tornando indietro siamo andati a vedere il Duomo, in stile romanico, molto impressionante all’interno.

Poi ci siamo diretti verso sud in Corso Cavour per passare dall’antica Porta Borsari, dove si possono ancora vedere i resti delle torri di guardia (anticamente era un punto di osservazione oltre che una delle porte di ingresso in cui si pagavano gli oneri doganali sulle merci). Corso Cavour è una strada antica duemila anni, che ai tempi romani collegava Genova con Trieste! Interessante vedere i vari Palazzi che si susseguono sulla via, e anche le marcature delle piene del fiume Adige molto visibili…

Arriviamo quindi a Castelvecchio, la fortezza fatta costruire dagli Scaligeri e successivamente abitata dai Veneziani, dai Francesi e dagli Austriaci, e infine diventata museo nel 1925. Si può entrare nel cortile interno per ammirare la fortezza, mentre all’interno è ospitato il Museo d’Arte (che noi non abbiamo visto), che ospita tantissime opere della scuola veneziana e veronese. Collegato al Castelvecchio, il famoso Ponte Scaligero, anche questo costruito dalla famiglia come via di fuga in caso di insurrezioni popolari… è stato ricostruito dopo la seconda guerra mondiale, durante la quale era stato bombardato. Molto bello attraversarlo per le vedute sul fiume e sulla fortezza!

Torniamo quindi in Piazza Brà da dove siamo partiti e per prendere la nostra roba e tornare a Genova! E’ stata una visita intensa ma bellissima, come questa città…

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al sito così riceverai la nostra newsletter quindicinale e avrai accesso ai contenuti speciali! www.globetrottingkids.com/it/utenti/registrati

Google Translation:

Accedi al tuo Account:

Trovaci:

Di seguito, i collegamenti per trovare GlobeTrottingKids sui principali social network.

Collabora con noi:

Ti piacerebbe curare una rubrica o comunque collaborare al blog? Faccelo sapere e ti contatteremo!