GlobeTrottingKids

Il Castello di Gropparello è residenza privata (una coppia ci vive dal 1994) e da qualche anno è diventato una meta molto conosciuta per gite giornaliere con bambini, in quanto in occasione di festività e fine settimana, si organizzano le visite guidate al Bosco delle Fiabe (il primo parco emotivo in Italia), visite al Castello stesso e varie attività per i piccoli visitatori, in costume medievale e a tema, guidate da dame e cavalieri anch’essi in costume d’epoca. Le leggende che circolano sul castello e il bosco delle fiabe lo rendono una meta imperdibile per i nostri lettori della rubrica “Viaggi…da favola!”.

Info parco:

Il Parco prevede attività ed eventi diversi a seconda della stagione e del mese, e richiede la prenotazione anticipata. Io ho mandato una email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e mi hanno descritto le attività possibili per la domenica che l’abbiamo visitato (metà maggio), ovvero la visita guidata al castello, la visita guidata al Parco delle Fiabe per tutti e l’avventura in costume da Cavalieri (per i bambini dai 3 ai 12 anni). Non ci sono orari fissi per le attività, il Castello apre alle 10, le attività sono tutte guidate e il programma viene fissato dalle guide al momento del vostro ingresso.
I biglietti devono essere prenotati e il giorno della gita devono essere ritirati dalle 10 entro le ore 11.30. Il biglietto completo costa: bambini dai 3 ai 12 anni € 15,00 – adulti € 18,50.
Per il pranzo è possibile prenotare il ristorante interno che fa turni fissi, alle 12 o alle 13.30, inoltre all’interno c’è anche un bar oppure si può portare il pranzo al sacco, prenotando l’area gazebo attrezzata al costo di € 1 a persona.

L’indirizzo del parco è Via Roma 84 – 29025 Gropparello, Piacenza e il sito web Castello di Gropparello

Da sapere prima di andare: i passeggini non sono ammessi, pertanto i bimbi piccoli vanno portati nel marsupio o nello zaino. I percorsi sono piuttosto scoscesi, sia nel bosco sia nella collina dove si svolgono le attività, occorre andare su e giù e nel bosco in mezzo a radici e gradini, per cui i bambini secondo me dovrebbero essere un minimo camminatori. Le attività da come le abbiamo percepite noi sono rivolte a bambini dai 4 agli 8 anni, anche se sono aperte dai 3 ai 12. Ritengo infatti che forse 3 anni siano pochini per essere autonomi nel camminare e nel partecipare e capire le fiabe e le battaglie, e più di 8 anni rischiano invece di annoiarsi… L’ideale secondo me è andare già con amichetti per partecipare insieme alle attività.

Siamo arrivati verso le 11.30, in tempo per ritirare i biglietti, ordinare il pranzo (chiedono già di ordinarlo e pagarlo in modo da non perdere tempo dopo), e andare nel piazzale del castello per incontrare gli animatori in costume che ci hanno indicato in che ordine e orari avremmo potuto fare le diverse attività. Come prima cosa abbiamo fatto un bel percorso intorno alle mura del castello, detto Camminamento di Ronda, da cui si ammira la valle circostante e lo strapiombo sopra il quale si erge la fortezza. Il giro dura circa un quarto d’ora, abbiamo fatto qualche foto panoramica sullo strapiombo e vicino alle mura del castello!

Poi siamo tornati alla taverna alle 12 per mangiare il pranzo, veramente ottimo, in una sala bellissima affrescata con cameriere vestite in costume… Poi siamo tornati al piazzale del castello e abbiamo atteso l’attività in costume, ovvero la battaglia vestiti in costumi medievali (verdi e rossi per i più piccini e marroni per i più grandi, e la spada per tutti!). Aurora era al settimo cielo e rideva come una matta ascoltando il cavaliere che li guidava in battaglia! Siamo tutti scesi per la collina per combattere prima contro l’orco, poi contro la strega e infine tornare al castello, in un’attività veramente divertente durata circa un’ora e mezza… I bambini dovrebbero essere in grado di camminare un pochino per fare l’attività in autonomia, inoltre ho visto alcuni bimbi spaventati dall’orco e dalla strega; in ogni caso noi adulti possiamo seguire i bimbi e stare a guardare tutta l’attività!

Neanche il tempo di riprenderci e siamo andati a fare la visita guidata nel bosco delle fiabe, il primo parco emotivo italiano; anche qui eravamo guidati prima da un cavaliere bianco, e poi abbiamo via via incontrato nel bosco tutti i personaggi che ci hanno accompagnato per un pezzo raccontandoci varie leggende e intrattenendoci con scherzi e aneddoti vari. Prima abbiamo incontrato il taglialegna dormiglione, poi il frate pellegrino che si divertiva a fare rime sui nostri nomi, poi il minatore un po’ strano, il mago che faceva alchimie e pozioni, e infine la fata che ci ha salvato dall’orco e condotto fuori dal bosco! Anche questa visita è durata circa un’oretta e mezza. Tenete conto che il bosco è piuttosto scosceso, in mezzo a rami, radici e scale, i bambini dovrebbero essere in grado di camminare un pochino e seguire le storie che i vari personaggi raccontavano, onde non annoiarsi troppo ad ogni tappa.

A questo punto ci siamo presi un’oretta di pausa tornando verso l’entrata dove al bar abbiamo preso bevande e gelati per fare merenda… poi siamo stati un po’ sui prati aspettando l’ultima visita. Siamo quindi entrati nel castello per la visita guidata fuori e dentro varie sale, dal cortile, alla torre panoramica (bellissima la vista su tutta la vallata e i paesini circostanti), e poi in vari saloni di rappresentanza, il salone delle armi, della musica, lo studiolo, per poi concludere con la taverna sottostante. La guida è stata molto informativa e ci ha anche raccontato di una leggenda di fantasmi che si dice vivano nel castello, in particolare quello di una donna (Rosania Fulgosio) che era sposa di un cavaliere (Pietrone da Cagnano) e che viveva nel castello ma che era innamorata di un altro cavaliere, Lancillotto (ovviamente avversario). Scoperta dal marito attraverso la delazione di un servitore, è stata prima addormentata con un potente sonnifero e poi murata viva nelle segrete del castello; non si conosce l’esatta ubicazione della sepoltura, ma si ritiene sia sotto la taverna. Gli attuali proprietari del castello (che è residenza privata) riportano di aver sentito per anni urla e movimenti dei fantasmi, che però con il tempo sono scemati… Ci sono stati vari medium al castello che hanno confermato queste storie e hanno ascoltato la povera donna lamentarsi, nonché troupe televisive che hanno girato trasmissioni sulle presenze al Castello! Ho riportato la leggenda completa nella Biblioteca delle Favole, accessibile ai soli utenti registrati: http://www.globetrottingkids.com/it/network-ita/utenti-registrati/biblioteca-delle-favole 

La nostra giornata si è conclusa, è stata molto piena e intensa e Aurora era felicissima… Penso che torneremo!

Alcuni eventi di quest'anno:

  • 8 aprile: Cena con delitto!
  • Tutte le domeniche al parco delle fiabe con l'avventura medievale (quello che abbiamo sperimentato noi)
  • Pasqua e Lunedì dell'Angelo: l'avventura sarà la Caccia all'Uovo di Drago nelle Gole di Vezzano, con cavalieri, orchi e streghe!
  • Il 23 e 24 aprile l'avventura sarà l'Assalto al Castello...
  • il 4 giugno: sposalizio a Corte
  • La Festa dell’Uva, tutte le domeniche di settembre, dove i bimbi possono scoprire come si fa il vino, schiacciando con i loro piedini i chicchi appena colti!
  • Il Mercato Medievale, che riproduce un vero e proprio mercato esperienziale, ovvero dove i visitatori sono coinvolti in prima persona nelle varie attività come la tessitura, la panificazione, la scultura della pietra, e altre attività che hanno a che fare con il medioevo;
  • Alla Tavola del Re, per immergersi nella cucina medievale e partecipare al cooking game, imparare a cucinare in prima persona e poi degustare i piatti tipici!

Oltre a tutto ciò, organizzano anche attività musicali, rievocazioni medievali in costume, aprono la taverna in particolari occasioni… insomma sempre meglio essere aggiornati sul sito per vedere gli eventi in programma!

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al sito per ricevere la newsletter quindicinale e restare aggiornato sui nostri articoli!! www.globetrottingkids.com/it/utenti/registrati

 

Google Translation:

Accedi al tuo Account:

Trovaci:

Di seguito, i collegamenti per trovare GlobeTrottingKids sui principali social network.

Collabora con noi:

Ti piacerebbe curare una rubrica o comunque collaborare al blog? Faccelo sapere e ti contatteremo!