GlobeTrottingKids

L’organizzazione mondiale della sanità ha pubblicato la mappa dei Paesi indicando il rischio sanitario ad essi associato. I Paesi sono classificati in base a rischio basso (verde), medio (giallo), alto (arancione), estremo (rossi) e Paesi in via di sviluppo (marroni).

Trovo interessante riproporre questa mappa in quanto una delle domande che ci facciamo sempre quando scegliamo il paese in cui andare in viaggio, inevitabilmente le condizioni sanitarie e le strutture ospedaliere sono uno dei fattori che pesa nella scelta! Dalla mappa possiamo quindi farci un’idea dei Paesi in cui è sicuro viaggiare con bambini, e in ogni caso dove possiamo aspettarci di trovare strutture sanitarie adeguate.

L’assegnazione del rischio Paese come Basso, Medio, Alto, Estremo o “Paesi in via di sviluppo” viene assegnato da una squadra di medici dell’associazione internazionale SOS, e prende in considerazione fattori quali: qualità dei medici e delle strutture ospedaliere, igiene, probabilità di epidemie e di incidenti.

I Paesi verdi sono primo mondo e comunque allineati all’Italia, mentre i Paesi gialli cominciano a presentare qualche rischio in più (moderato in ogni caso, troviamo tantissimi Paesi in cui riteniamo si possa viaggiare tranquillamente con bambini, vedi Thailandia, Messico, Turchia), i Paesi arancioni presentano qualche problematica in più mentre i Paesi rossi sono assolutamente da evitare. I Paesi indicati come Marroni sono i Paesi in via di sviluppo, in cui la situazione sanitaria è talmente in evoluzione da non essere in grado di dare una valutazione precisa complessiva del Paese, e la classificazione varia moltissimo dalle grandi città (dove il rischio è basso o medio e in generale la qualità delle strutture ospedaliere è alta) rispetto alle altre aree del Paese come zone rurali e simili, dove il rischio è alto. Sono inclusi in questi Paesi il Brasile, Cina, India, Russia.

Per avere un’idea più chiara consiglio in ogni caso di consultare il sito della Farnesina, Viaggiare Sicuri, dove si trovano anche gli ultimi avvisi pubblicati, in caso di epidemie o altri rischi recenti.

Invece sul discorso malaria, visto che ci sono troppo spesso dubbi su dove realmente esiste e può costituire un problema, personalmente ho consultato il sito americano del “Center for diseases control and prevention”.

Google Translation:

Accedi al tuo Account:

Trovaci:

Di seguito, i collegamenti per trovare GlobeTrottingKids sui principali social network.

Collabora con noi:

Ti piacerebbe curare una rubrica o comunque collaborare al blog? Faccelo sapere e ti contatteremo!