GlobeTrottingKids

10 Motivi per andare in Sardegna Fuori Stagione

La Sardegna è un’isola fantastica famosa soprattutto per le sue spiagge e il suo mare cristallino, ma perché andarci solo d’estate? Ecco 10 buoni (anzi ottimi) motivi per visitarla anche (e soprattutto) fuori stagione!

 

 

1. Natura

 

Grazie alla sua geografia la Sardegna è il luogo perfetto per il trekking, la primavera e l’autunno sono sicuramente i periodi migliori  per fare delle belle camminate senza soffrire troppo il caldo!. La meta più frequentata dagli escursionisti è il Parco nazionale del Golfo di Orosei e del Gennargentu, con le sue vertiginose vedute montane e camminate che conducono a nascoste baie marine. Un altro affascinante sentiero è quello che conduce all'insediamento preistorico di Tiscali, nascosto in un'immensa grotta calcarea. Altra zona da esplorare e’ la Gola Su Gorroppu: una fenditura gigantesca profonda 400 m, nonché il canyon più profondo dell’isola e uno dei più profondi in Europa. 

 

 

 

2. Cultura e Borghi

La Sardegna non è solo mare e spiagge, e’ anche cultura e  caratteristici borghi da visitare in tutta tranquillità nei periodi fuori stagione. 

Potete visitare ad esempio Orgosolo, nota per i suoi murales oppure andare a Mamoiada famosa per le sue maschere di carnevale che potrete scoprire visitando il Museo delle Maschere Mediterranee del paese. Per gli amanti dei borghi caratteristici Castelsardo è un affascinante paese medievale tra i più belli d'Italia e, dalla cima del castello dei Doria, potrete ammirare l'affascinante panorama del golfo dell'Asinara. Non perdetevi poi Carloforte, l'unico comune dell'isola di San Pietro, collocato lungo la costa sud-occidentale della Sardegna, con le sue strette ed affascinanti stradine ed un dialetto che è una variante del ligure a testimoniare le sue origini.

 

3. Girare l’isola in camper

La primavera e l’autunno sono stagioni perfette per visitare la Sardegna in camper, senza la folla estiva le strade dell’isola si possono percorrere agevolmente raggiungendo senza problemi (e perdite di tempo) tutte le zone, anche le più impervie....fermandosi davanti ad ammirare bellissimi panorami in totale relax e tranquillità!

 

4. Economica

Non va poi tralasciato il fatto che visitare la Sardegna fuori stagione è decisamente più economico (lo ammetto, essendo genovese, quest’aspetto ha sempre la sua importanza!!!) se poi lo fate in versione fai-da-te potete prenotare i pernottamenti ad esempio su www.booking.com, mentre per il trasporto potete prenotare online il traghetto per la Sardegna su www.traghetti-sardegna.it prenotare online il traghetto per la Sardegna su www.traghetti-sardegna.it  riuscirete sicuramente a ridurre la spesa del viaggio!

 

 

 

5. Nuraghi

La Sardegna è una delle terre più antiche del Mediterraneo, ricca di storia e di reperti di quell’antico passato in cui l’isola era punto cruciale del Mar Mediterraneo. 

Il “fuori stagione” e’ il periodo ideale per andare alla scoperta dei suoi Nuraghi, Patrimonio dell’Umanita’ UNESCO, sparsi un po' in tutta l’isola.

 

6. Le spiagge più selvagge della Sardegna

Le spiagge sono sicuramente l’aspetto più conosciuto e amato di questa fantastica isola, ma poterle visitare fuori stagione, nella loro naturale e autentica bellezza, e’ sicuramente qualcosa di unico e imperdibile: i paesaggi mozzafiato di queste spiagge selvagge e deserte vi lasceranno senza fiato!

 

7. Musei

 

Se poi dovesse capitare una giornata di pioggia potrete visitare uno dei musei sardi, ce ne sono per tutti i gusti: arte, architettura, cultura, ....eccone alcuni, scegliete quello che più vi piace: Museo archeologico nazionale di Cagliari, Galleria Comunale d'Arte di Cagliari, Museo naturalistico Alghero, Museo della Cultura Pastorale di Fonni, museo Garibaldino dell’isola di Caprera...

 

8. La tavola sarda

 

La cucina sarda offre piatti gustosi e particolari, che variano da una località all'altra.

A Carloforte potrete gustare il cas-cas al tonno e al zafferano, a Cabras la bottarga e le anguille affumicate e a Olbia calamari ripieni, seppie affumicate e la suppa cuata! A Sassari invece potrete provare i pasticci ripieni di carne e la farinata. Non perdetevi poi i piatti forti come i salumi di maiali cresciuti in libertà, l’agnello allo spiedo cotto su braci di ginepro, 400 tipi di pane e il miglior pecorino italiano.

 

 

 

9. I vini sardi

 

Il vino in Sardegna si produce da millenni, sicuramente dal tempo dei Fenici se non prima. Tra i migliori vini bianchi secchi, il vermentino, prodotto in quasi tutto il nord dell'isola, è sicuramente al primo posto. Tra i rossi il più noto è il cannonau, introdotto dagli spagnoli nel 13º secolo, è un vino scuro, forte e corposo. Fra le varietà da dessert la vernaccia e la malvasia sono il top!

 

 

10. Bellissime giornate

 

Le giornate sono spesso soleggiate anche durante i periodi fuori stagione e, anche in inverno, si arriva ad avere 15° nelle ore di punta. Il tempo e’ quindi ideale per fare belle passeggiate in spiaggia, nei parchi, in città o lungo i percorsi naturalistici....O magari sdraiarsi qualche oretta in spiaggia a leggere un buon libro.

 

...viaggiando poi con pargoli al seguito eccovi le 10 cose da fare (e vedere) con i bambini !Sardegna: 10 cose da fare (e vedere) con i bambini! 

 

 

 

 

Google Translation:

Accedi al tuo Account:

Trovaci:

Di seguito, i collegamenti per trovare GlobeTrottingKids sui principali social network.

Collabora con noi:

Ti piacerebbe curare una rubrica o comunque collaborare al blog? Faccelo sapere e ti contatteremo!