GlobeTrottingKids

In questo articolo vi propongo la seconda “Tappa” del Grand Tour della Svizzera, come ben descritto dal sito web di Svizzera Turismo, qui riproposto con la descrizione dei posti e le attrazioni principali di ogni località, i luoghi di interesse, e la descrizione di tutto quanto c’è da vedere in ogni località con particolare attenzione alle attrattive per famiglie e bambini. Per la descrizione della prima tappa potete leggere: Grand Tour della Svizzera! Prima Tappa: da Lugano a Zermatt passando per Montagne, Ghiacciai, Laghi, Castelli e Passi Alpini!

Da Zermatt a Losanna passando per Grimetz, Saint Maurice e Montreaux: km totali 178.

Zermatt è la località di villeggiatura famosa soprattutto per essere ai piedi del Cervino e in più completamente pedonale. Ovviamente le sue sorti turistiche sono strettamente legate alla montagna, in inverno perché una stazione sciistica notevole e in estate per le possibilità di escursione praticamente infinite. Notevole la Gornergrat, una ferrovia a cremagliera che conduce fino alla cima a 3089 m di altitudine, offrendo uno straordinario panorama, il Museo Matterhorn, che ospita l’attrezzatura utilizzata in occasione della prima scalata del Cervino nell’anno 1865, che si concluse tragicamente, il Matterhorn glacier paradise ovvero il luogo più alto d’Europa raggiungibile in funivia (3883 m) con piattaforma panoramica e palazzo di ghiaccio più alto del mondo, la Gola di Gorner,  un sentiero che si snoda tra stretti ponti e scale e scalate conduce nella stretta valle infine il Villaggio di Findeln, un antico insediamento Walser con una piccola cappella, qui si trovano le più elevate coltivazioni di segale della Svizzera a 2100 m di altitudine. Il sito turistico di Zematt è www.zermatt.ch

Si passa poi per la strada del vino, a Leuk, per scoprire le regioni vinicole del Vallese, e a Leukerbad, dove accanto al ristorante Wildstrubel, sulla cresta rocciosa, una piattaforma a picco sulla roccia offre una vista vertiginosa!

Per andare a Grimetz occorre fare una deviazione, ma vale davvero la pena per visitare questo villaggio da cartolina che sembra uscito dalle fiabe! Si tratta di un paese completamente costruito con casette in legno, gerani e fiori sui balconi, e granai. Intorno ci sono più di 100km di escursioni da fare in estate, e si può arrivare al ghiacciaio del Moiry.

Ritornando sulla strada principale si arriva a Saint Leonard, dove si può visitare il lago sotterraneo più grande d’Europa, e navigabile per giunta… si può fare una bella gita in barca con la guida che spiega la storia della grotta e la geologia. Per info consultate il sito www.lac-souterrain.com

La strada passa poi per Sion che ha diverse attrazioni se ci si vuole fermare, ovvero il centro storico della cittadina, la diga della Dixence, il lago alpino Lac de Derborence, e il sentiero degli antichi canali idrici. In particolare, le acque di 35 ghiacciai nei dintorni di Zermatt e arrivano alla Valle Herens sono raccolte dalla più alta diga a gravità del mondo, la Grande Dixence, che è visitabile e rappresenta il punto di partenza di parecchie escursioni. All'interno della diga si tengono visite guidate con spettacoli di luci e suoni. Al piano di coronamento, che offre una vista panoramica sulle montagne vallesane, si arriva con una funivia. Da qui partono vari tour alpini come lo Steinbockhöhenweg, il sentiero d'altura degli stambecchi. Saillon, più avanti, ha un bel borgo medievale, ed è un’altra cittadina sulla strada del vino vallese.

Martigny è conosciuta per la Fondazione Gianadda, un centro artistico rinomato a livello mondiale, e spazia dalle collezioni archeologiche alle mostre d’arte e ai concerti, sculture e mostre di auto d’epoca… Vicino Martigny inoltre, c’è il rinomato paese di montagna di Verbier, in cui sono stata a sciare, molto carino e pieno di attività anche per bambini e ragazzi in inverno e in estate. La gola del Trient è un’altra gita molto carina nelle vicinanze, con la cascata alta 114 metri e le pareti da arrampicata.

Tra Martigny e Saint Maurice si trova il più grande Labirinto Avventura al mondo, nel comune di Evionnaz, con 18000 siepi che delimitano il percorso! Immancabile per Aurorina che adora perdersi dentro i labirinti, la dovremo assolutamente portare… Ci sono anche piste per slittini lunghe 30 metri, la parete da arrampicata, il minigolf, e aree da picnic e ristoranti. Vedere il sito www.labyrinthe.ch

Un’altra attrazione per famiglie è lo Zoo Alpino, che rimane a 1100 metri di altitudine ed è immerso in una foresta, e ospita animali come stambecchi, mufloni, cervi, camosci, caprioli, cinghiali, marmotte, gufi, linci ed orsi. C’è anche una piscina all’aperto incastonata in una zona rocciosa, e aree picnic e ristoranti. Per più informazioni, consultare il sito www.zoo-alpin.ch

Risalendo verso Montreaux, si incontra Saint Maurice, la cui attrazione è la Abbazia che ospita uno dei tesori ecclesiastici più ricchi d’Europa, ed è luogo di pellegrinaggio già da 1500 anni. Lì vicino, le miniere di salgemma di Bex sono visitabili (e in funzione) ancora oggi, c’è anche un museo carino. A nord della città si trova invece la grotta delle fate, che si spinge per mille metri nelle viscere della montagna.

Ad Aigle, poco a sud di Montreaux, si trova il famoso ristorante girevole Kuklos a più di 2000 metri di altitudine, che perfettamente integrato nel paesaggio circostante, e raggiungibile in teleferica, permette di ammirare le alpi in tutto il loro splendore!

Si raggiunge quindi Montreaux, famosa soprattutto per il festival internazionale del jazz, in cui suonano artisti di fama mondiale, che si tiene a giugno e luglio e che coinvolge varie sedi al chiuso e all’aperto in tutta la città! La città è molto carina, situata sul lago Lemano e circondata dalle alpi e dai vigneti. Le attrazioni principali della città sono la Rochers-de-Naye, ovvero la ferrovia a cremagliera che raggiunge uno dei monti panoramici più belli della Svizzera occidentale dopo 1600 metri di dislivello, il Golden Pass Line, un treno panoramico circola da Montreux via Gstaad fino all’Oberland Bernese, con una coincidenza per Lucerna, la Crociera sul Lago Lemano (alcuni battelli sono ancora azionati da grandi ruote e trasportano i turisti nei luoghi più pittoreschi sulle rive del lago) e in particolare il Castello di Chillon, costruito su un isolotto roccioso vicino alla riva del lago, protetto da muraglie e torri; da vedere: la prigione in cui venne rinchiuso Bonivard per quattro anni, personaggio immortalato da Byron nel 1816 nel suo celebre poema «Prigioniero di Chillon». Oggi il castello è un museo. Per tutte le attrazioni di Montreaux, visitare il sito www.montreauxriviera.com

Poco a nord c’è Vevey, famosa per il clima mite, i vigneti (e la sua famosa Fete de Vigneron), e il panorama sul lago e sulle alpi. E’ una cittadina tranquilla immersa nella natura, famosa per essere la sede della Nestlè (infatti c’è il Museo dell’Alimentazione) e il mio comune di cittadinanza!!! : - ) E’ chiamata la perla della riviera svizzera… Oltre a passeggiare sulle rive tra Vevey e Montreaux, e passare per la strada del vino, o fare escursioni sul lago in battello come a Montreaux, ci sono due treni famosi che partono da Vevey e sono: il Treno delle Vigne – la ferrovia «viticola» che parte da Vevey e percorre i vigneti da Lavaux fino a Puidoux-Chexbres, punto di partenza ideale per passeggiate attraverso le colline del posto, e il Treno delle Stelle – questo tratto ferroviario collega Vevey al monte panoramico Les Pléiades, che offre una magnifica vista e numerose attività. Il sito web di Montreaux da informazioni anche per Vevey.

Arriviamo quindi a Losanna, ultima tappa del nostro percorso di oggi!

Losanna è considerata la capitale svizzera dei gourmet, ed è un importante luogo commerciale e di villeggiatura situata sul lago Lemano. Il centro storico è dominato dalla cattedrale di Notre Dame, un’opera impressionante in stile gotico; per più di un millennio la città è stata sede episcopale, e le vie commerciali sono situate vicino alla cattedrale e nel quartiere portuale di Ouchy. Da visitare i parchi a sud del centro, e i palazzi molto raffinati che ospitano alberghi di lusso come il Beau Rivage Palace, o l’Hotel de Angleterre che ha ospitato anche Lord Byron. Come centro del gourmet ha cuochi rinomati a livello mondiali e si possono gustare varie specialità del cantone di Vaud come la salsiccia al gratin di porri… Inoltre, per gli amanti della cultura, si consiglia di visitare la Collezione d’arte al castello Beaulieu, la Fondazione Hermitage, il Museo de l’Elysee dedicato alla fotografia, mentre vi sono in città vari eventi dedicati al balletto (il Bejart Ballet è famoso in tutto il mondo) e al teatro e musica. Losanna è anche la capitale olimpica, dove ha sede il Comitato Olimpico appunto, e c’è un Museo che rappresenta il più grande centro d’informazione sulle Olimpiadi, e qui si svolgono diverse manifestazioni internazionali di Atletica leggera o la Maratona. Per vedere eventi e informazioni specifiche sulle attrazioni di Losanna consiglio di visitare il sito www.lausanne-tourisme.ch

Proseguiremo a breve con la prossima tappa, da Losanna a Neuchatel nella svizzera francese… seguiteci!

 

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0
I tuoi commenti sono soggetti a moderazione da parte degli amministratori.
  • Nessun commento trovato

Google Translation:

Accedi al tuo Account:

Trovaci:

Di seguito, i collegamenti per trovare GlobeTrottingKids sui principali social network.

Collabora con noi:

Ti piacerebbe curare una rubrica o comunque collaborare al blog? Faccelo sapere e ti contatteremo!