GlobeTrottingKids

A luglio siamo stati a Leysin, un incantevole paesino sulle Alpi della svizzera francese, dove Aurora ha trascorso due settimane al Village Camps, un campo estivo internazionale. Noi e il piccolo Alessandro ne abbiamo approfittato per stare un week end e goderci il clima, le passeggiate e altre attrazioni intorno.

Ecco tutti i motivi per cui consigliamo una visita a Leysin in estate!

Leysin si trova a circa 1300 metri di altitudine, e con una magnifica vista su Monte Bianco, i Dents du Midi e Les Diablerets. In estate, periodo in cui siamo stati noi, si possono effettuare tantissime camminate, tra 250km di sentieri, percorsi in montagna e itinerari in bici per dedicarsi alle attività fisiche all’aperto. Ci si può arrampicare sulle ripide falesie calcaree che ricordano le Dolomiti, o addirittura percorrere la via ferrata della Tour d'Aï (difficile e riservata a chi vanta una buona preparazione tecnica).



Gentiana, il vasto giardino di piante medicinali, ricorda l’antica vocazione di luogo di cura del villaggio. Da non perdere il Ristorante-Museo de la Fromagerie dove avrete la possibilità di gustare succulenti formaggi, raclette e fonduta ed immergervi nella storia di questo villaggio e dei suoi antichi chalet (quello che ospita il ristorante risale al 1771) o assistere alla produzione del formaggio sul fuoco a legna. Il museo è situato al secondo piano dove scoprirete migliaia di oggetti della vita quotidiana degli abitanti di Leysin, tra cui mobili delle camere da letto, accessori da cucina e vecchi giochi che vi faranno immergere nella vita dell’epoca. Inutile dire che li abbiamo visitati entrambi e ci siamo portati a casa formaggi di vario genere (oltre ad aver assaggiato un gelato fantastico)!

In paese ci sono anche centri sportivi e piscine con scivoli d'acqua, playground per bambini tutti fatti in legno, il pattinaggio su ghiaccio (aperto anche in estate), possibilità di praticare tennis, e la palestra di roccia! Sullo sport sono infatti preparatissimi e super forniti anche per la presenza di scuole e centri estivi internazionali.

Con un breve percorso in treno si può andare ad Aigle, e visitare il magnifico castello medievale che si vede anche passando dalla strada. Il castello del XII secolo ospita il Museo del Vino, famosissimo in questa regione. E a proposito di Vino, ci sono in tutta la zona tantissimi vigneti e cantine che offrono tour e degustazioni; se ne trovano tante lungo la strada.

Una gita spettacolare per stare in mezzo alla natura e ai monti, è la funivia che porta alla stazione Glacier 3000 (dove si arriva appunto a quasi tremila metri); all'arrivo alla bella stazione progettata da famoso architetto Mario Botta, all’improvviso si schiude un panorama composto da 24 quattromila incappucciati di neve: Eiger, Mönch, Jungfrau, Cervino, Grand Combin, fino al Monte Bianco! In cima, ci sono diverse attrazioni: il Peak Walk by Tissot, il primo ponte tibetano del mondo che collega tra di loro due vette, cani da slitta, skibus, escursioni sull’altopiano del ghiacciaio, Alpine Coaster (la più alta pista per slittini), via ferrata Gemskopf, anello estivo per lo sci di fondo e volo sopra il ghiacciaio. Insomma, si può venire qui varie volte e sperimentare sempre cose nuove, estate e inverno!!

In estate ci hanno anche raccomandato un evento molto carino: la Festa di Mezza Estate al Lago di Lioson. Si tiene ad agosto pertanto non abbiamo partecipato, ma dev'essere una bella occasione di festa!

Ci siamo anche informati per l'inverno, perchè io e Aurora facciamo sempre la settimana bianca insieme in posti diversi e qui mi sembra ottimo! Infatti, ci sono 17 impianti di risalita, uno snowpark e una pista da sci da fondo illuminata, e una pista da slittini, nonchè vari percorsi da fare con le racchette da neve... Ci si può anche spostare con le navette nel comprensorio Glacier 3000.

Vera chicca della località è  il Tobogganing Park  che affianca  la pista di pattinaggio.  Qui grandi e piccini si possono divertire scivolando su grandi camere ad aria tra gobbe e curvoni su ben 12 piste tracciate dalla medaglia olimpica di bob Silvio Giobellina. Guardando il video io e Aurora abbiamo deciso che prima o poi dobbiamo provarlo assolutamente!!

Inoltre, al termine della pista per slittini si arriva al Villaggio di Neve, dove si può mangiare negli igloo sulle pelli di renna o riscaldarsi nelle yurte. Più leggo di questo posto, più mi viene voglia di andarci anche a Febbraio :-)

Simona

Google Translation:

Accedi al tuo Account:

Trovaci:

Di seguito, i collegamenti per trovare GlobeTrottingKids sui principali social network.

Collabora con noi:

Ti piacerebbe curare una rubrica o comunque collaborare al blog? Faccelo sapere e ti contatteremo!