GlobeTrottingKids

Barcellona e' sempre bellissima, per grandi e piccini, e si gira molto bene a piedi, in metro o in autobus. Io sono andata spesso per lavoro e un paio di volte Pier e Aurora mi hanno raggiunto, la città ha tantissime attrazioni e sono tutte fattibili per famiglie, vi consigliamo quelle sperimentate da noi e che ci sono piaciute in particolare (l'itinerario è fatto per tre giorni di fine settimana lungo).  Per alloggiare consiglio i dintorni della Rambla o il quartiere gotico, molto caratteristici e carini da girare, e centrali. Noi abbiamo sperimentato sia hotel che appartamenti, ci siamo sempre trovati bene!

Primo giorno:

Iniziamo ad esplorare Barcellona dalla Rambla, uno spettacolo di per se, che consigliamo di rivedere verso sera e nella parte centrale, dove si susseguono artisti, pittori, giocolieri, etc. Vale la pena fare il classico struscio serale e ci si diverte sicuro. I ristoranti sulla Rambla saranno anche quelli più turistici ma difficilmente ho mangiato male!

Sempre dalla Rambla si trova l'ingresso ad un mercato spettacolare, la Ribera, coloratissimo e pieno di mille cose da mangiare. Qui compro spesso bontà locali da portare a casa.

Si possono visitare le case di Gaudi sparse per la città, che sono molto particolari e carine, soprattutto la Pedrera e casa Batlo, che sono proprio centrali, mentre non vi consigliamo di andare al Parc Guell, il parco a tema di Gaudi, che rimane in alto. Non ha attrazioni per bambini, e non è niente di speciale.

Invece un’icona di Barcellona, la Sagrada Familia, accessibile a piedi o in bus dalla Rambla, e' un must see della città. In costruzione dal 1882, il progetto di Gaudi prosegue come ideato dall’architetto. Si tratta di una basilica cattolica, consacrata dal papa nel 2010, che offre viste meravigliose della città. C’è un museo interno con i modelli, progetti e le fotografie. Quando il progetto sarà completato, la chiesa avrà 18 torri, 12 dedicate agli apostoli, 4 agli evangelisti, 1 a Gesu e 1 a Maria. Il sito web è questo.

In fondo alla Rambla sul mare, si può salire al Mirador de Colom, il monumento a Cristoforo Colombo. Dopo, si può andare alla Barceloneta, la nuova zona sul mare della città, che ha belle spiagge e una zona dove si concentrano ristoranti e locali che si chiama Port Vell. Qui da Port Vell partono delle gite in barca che durano 90 minuti, in estate. E’ bello anche passeggiare lungo le spiagge e il mare in tutta questa zona della città molto trendy. In estate, le spiagge più carine si trovano proprio in città, sia alla Barceloneta, ex villaggio di pescatori, sia al villaggio olimpico, dove le spiagge sono più child friendly.

Secondo giorno:

Al mattino si può visitare il quartiere gotico (barrio gotico) che per me e' sempre affascinante, si può visitare la sua cattedrale, i vicoletti, l'atmosfera di posti nascosti e segreti... Anche i ristorantini che si aprono sulle vie o sulle piazzette del quartiere sono molto carini e di solito buoni per tapas e aperitivi in particolare. E’ tutta una zona pedonale, per cui bella da girare a piedi, in particolare da vedere sono la chiesa de la Merced, il carrer del Bispe, con il ponte particolare che a me ricorda venezia, la Plaza Reial, e il Museo Picasso. Il Portal de l’Angel è una larga strada con negozi che porta dal Barrio Gotico direttamente a Plaza Catalunya.

Per il pomeriggio, consiglio la gita al Castillo Montjuic con la funicolare, bella per il panorama e divertente anche per il mezzo utilizzato. Si può andare in alto con la cable car e tornare a piedi; il panorama è molto bello, sulla città e il porto, e su in cima si può esplorare il castello, mangiare qualcosa al bar o portarsi il picnic, andare al museo del fumetto, vedere un film al cinema all’aperto, e infine portare i bambini al playground che ha due lunghi scivoli vista mare! Il sito del Montjuic è qui

La sera, è imperdibile lo spettacolo delle fontane magiche (Font Magica) in Plaza de Espana, con musiche e luci; lo spettacolo è gratuito ed è ogni mezzora.

Terzo giorno:

Al mattino si può salire al Tibidabo, la cui sommità ospita un luna park molto carino e vecchio stile, con anche montagne russe, una zona dei pirati e un castello. Al Tibidabo ci si arriva a piedi (ma con bambini forse non è il caso!) oppure è carina la gita in funicolare. Il sito è qui per controllare orari di apertura, prezzi e attività.

Per il pomeriggio c’è la scelta tra diverse attività a seconda degli interessi dei grandi e dei piccini:

L’acquario di Barcellona a Port Vell organizza attività per bambini come incontrare gli squali, o i pinguini. Bisogna prenotare online al sito.

Al Parc de la Ciutadela oltre ad una grande area verde, c’è lo zoo di Barcellona, che ospita più di 4000 animali, includendo un delfinario, animali da cortile, e attività e parchi giochi per bambini. Lo zoo organizza degli speciali “Mornings at the zoo” o “children’s Saturdays” per bambini dai 4 anni in su, guardate il sito.

Per gli appassionati di calcio, genitori o figli, una visita allo Stadio Camp Nou e' sicuramente interessante! Si può prenotare il “Camp Nou experience” che vi porta in un tour (con audioguida) alla scoperta di tutte le zone chiave dello stadio, dagli spogliatoi alla stanza del presidente, e si percorre il tunnel dei giocatori fino al campo stesso. Alla fine si arriva al museo e al centro multimediale con i memorabilia, i trofei e altro. Il sito è qui.

 

Insomma Barcellona offre tanto alle famiglie, la trovo una meta facile e che accontenta facilmente sia i genitori che i figli di qualunque età!

Se ti è piaciuto il nostro diario (e se sei arrivata/o fin qui vuol dire di sì!), registrati al nostro sito, così non ti perderai le newsletter quindicinali e avrai accesso ai contenuti speciali per gli utenti registrati! www.globetrottingkids.com/it/utenti/registrati

Google Translation:

Accedi al tuo Account:

Trovaci:

Di seguito, i collegamenti per trovare GlobeTrottingKids sui principali social network.

Collabora con noi:

Ti piacerebbe curare una rubrica o comunque collaborare al blog? Faccelo sapere e ti contatteremo!