GlobeTrottingKids

Tirana non è una città bella nel senso convenzionale del termine, ma affascinante si, e soprattutto alla luce della sua storia, antica e recente, secondo me vale la pena esplorarla e girare i siti culturali e storici nel centro cittadino.  Ecco un itinerario a piedi che tocca i vari punti di interesse a Tirana!

 

 

Noi abbiamo alloggiato in un appartamento carinissimo, nuovo, a due passi dalla piazza principale, prenotati su Booking, che si chiamano My Apartament (70 euro per due notti negli appartamenti deluxe). 

Da lì abbiamo raggiunto Piazza Skanderbeg, la piazza fulcro al centro di Tirana, con la statua a cavallo dell'eroe nazionale (skandergeb appunto), il museo di storia naturale con il mosaico socialista in facciata, il teatro dell'opera, e la moschea più antica di Tirana. 

Dalla Moschea Ethem Bey, che abbiamo visitato trovando degli affreschi molto belli all'interno, siamo poi saliti sulla Torre dell'orologio, e abbiamo proseguito fino alla Tyrbe, una costruzione circolare molto particolare che fungeva da santuario, di fronte alla statua del partigiano sconosciuto, altro simbolo della città. Ci siamo poi diretti verso la piazza con i giardini di George W Bush (!), che ospita il palazzo del parlamento, e siamo scesi verso sinistra per ammirare il ponte ottomano in pietra (Tanners Bridge). Tornati ai giardini, abbiamo proseguito lungo Murat Toptani, dove ci sono i resti di antiche fortificazioni, una casa ottomana, e più avanti il museo di arte nazionale. Si tratta di una via molto carina, pedonale, con ristoranti e bar all'aperto, e bei platani sotto cui passeggiare... 

Sulla destra in fondo alla via siamo entrati nella piazzetta con il teatro, e siamo andati a visitare Bunk Art, il museo memoriale dedicato alle vittime del terrore comunista. 

Si tratta di un museo ospitato in un bunker dei tempi del comunismo, molto grande e con tante stanzette che fanno vedere i vari aspetti del regime; non è come visitare un campo di concentramento, ma è stato abbastanza impressionante, anche per la nostra bambina di sei anni. 

Il nostro itinerario prosegue verso sud, attraversando il ponte sul fiume che scorre in città, e dove si arriva da un lato al parco cittadino (Youth Park), molto frequentato, e dall'altro all'enorme piramide mausoleo del dittatore comunista Enver Hoxha. Ci siamo fermati a mangiare nel parco, al ristorante Taiwan, che a differenza di come fa presagire il nome, ha piatti della cucina mediterranea, e bei tavolini all'aperto nel parco! 

Aurora e Pier hanno poi scalato la piramide, ormai abbandonata a se stessa da un mucchio di anni e in totale decadimento... Proseguendo lungo il Boulevard, abbiamo visto il checkpoint memorial, con un pezzo del muro di Berlino, un piccolo bunker e un'altra costruzione dei tempi; di fronte i resti dell'hotel Dajti, dove si incontravano i diplomatici i giornalisti, e altre personalità in visita a Tirana. Proseguendo lungo via Ismail Qemali, si arriva alla vecchia casa del dittatore, ora ufficio governativo, dove nostalgici depositano ancora fiori. 

Tornando indietro, ci siamo fermati a giocare nell'unico parco giochi visto in Albania, per dare un po di respiro ad Aurora! Si arriva infine alla piazza Madre Teresa, con il museo archeologico e il palazzo dell'Università. Salendo dietro il palazzo dell'Università si arriva infine al cimitero britannico, e a quello tedesco, che commemorano i soldati morti durante la seconda guerra mondiale in Albania. 

Per noi termina qui l'itinerario che in un giorno ci ha portato a scoprire la capitale albanese, con i suoi musei, i reperti di storia comunista, e le piazze. Tirana si avvia ad essere una città moderna ed europea ormai, con macchine di lusso, giovani alla moda, e divertimenti. Ci ha stupito la sua contraddizione tra ricordi del passato e della sua storia insanguinata, e la modernità che vuole raggiungere... Una città da vedere secondo me, per rendersi conto di questo difficile passaggio.

 

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0
I tuoi commenti sono soggetti a moderazione da parte degli amministratori.
  • Nessun commento trovato

Google Translation:

Accedi al tuo Account:

Trovaci:

Di seguito, i collegamenti per trovare GlobeTrottingKids sui principali social network.

Collabora con noi:

Ti piacerebbe curare una rubrica o comunque collaborare al blog? Faccelo sapere e ti contatteremo!