GlobeTrottingKids

Utilizzare il camper come mezzo di trasporto consente una totale libertà e autonomia nel mangiare e nel dormire che, soprattutto per viaggi naturalistici e in posti poco sviluppati turisticamente come l'Australia, trovo ideale! Il campeggio consente di essere autonomi e poter andare in parchi o zone dove non esiste nessun'altra modalità per dormire, ed è inoltre molto più economico rispetto al dormire in alberghi (in alcune zone non ce ne sono, oppure hanno prezzi esorbitanti). Inoltre, per noi il vero viaggio naturalistico è così, sentirsi immersi nella natura, mangiare all'aperto, dormire in mezzo ad un silenzio irreale o con il rumore delle onde... Un altro motivo per scegliere questa opzione è la possibilità di chiacchierare con gli australiani che viaggiano e che sono molto amichevoli. Ognuno di loro ha qualche storia interessante da raccontare, da quello che ha smesso di lavorare e gira tutta l'Australia con il suo furgoncino, ai fratelli ranger volontari del parco, a chi ha antenati italiani della Valtellina venuti qui a costruire un monastero benedettino in mezzo al deserto... Insomma si conosce gente molto interessante! A noi è piaciuta tantissimo come esperienza e la consigliamo fortemente. In questo articolo vorrei lasciare i consigli dettati dalla nostra esperienza per chi sta pensando di andare in Australia... 

Ma veniamo alle informazioni pratiche e ai consigli!

 

Come prenotare il camper (o il van) in Australia e tutto quello che dovete sapere sulle strade:

Abbiamo prenotato il furgoncino (van) tramite un portale (Vroom Vroom) che mette a confronto tutte le offerte di ogni compagnia che offre questo genere di servizio in Australia… in questo modo non ho dovuto confrontare tutti i tipi di camper e le condizioni in diversi siti! Inserendo le date, il numero e tipologia di persone, e la città di presa in consegna e ritorno del mezzo, vi propone tutte le possibilità. Noi abbiamo prenotato un modello Hitop 2/3 persone (con divani trasformabili in letti, un piccolo lavandino, un frighetto e due fornelli a gas).

Riguardo alla fase prenotazione, qualche consiglio utile:

  • La guida è a sinistra! Inoltre avevamo letto che per guidare in Australia in teoria occorre la patente internazionale, ma a noi non l’hanno chiesta, hanno preso i nostri dati dalla patente italiana!
  • Molti furgoncini economici come il nostro non prevedono bambini come passeggeri, questo perché il booster obbligatorio non ci sta. Pertanto, noi abbiamo dovuto cercare un van che prevedesse la possibilità di stare tutti e tre seduti davanti (come cercavamo) e che potesse tenere un booster (che abbiamo affittato insieme al mezzo);
  • Bisogna leggere bene tutte le condizioni del noleggio e a tal proposito, abbiamo stipulato polizze di copertura assicurativa aggiuntive rispetto alla formula base per essere tranquilli di non avere franchigie, e che tutto sia incluso. Inoltre, avevamo incluso un’assicurazione annullamento che copre tutta la cifra in caso di cancellazione prima della partenza.
  • Prendere il mezzo in una città e lasciarlo in un’altra (avevamo pensato di farlo per ridurre i km percorsi e pertanto riconsegnarlo a Broome) è stato impossibile, o meglio, troppo costoso. Ci sarebbe costato una cifra assurda, provando con varie compagnie, e abbiamo desistito. Altrimenti avremmo probabilmente deciso di andare da Perth a Broome lungo tutta la costa, e poi lasciare il mezzo in quest’ultima, ma tra riconsegna in una città diversa e i voli aerei per il rientro, avremmo speso una cifra impossibile! (Anche i voli interni in Australia sono costosissimi perché effettuati solo dalla Qantas).

Strade: prima di prenotare il mezzo adatto, conviene consultare una cartina tipo Michelin per sapere se il tragitto che intendete fare contempla strade per lo più asfaltate o al contrario, che richiedono un fuoristrada. Noi abbiamo prenotato un normale furgoncino sapendo che avremmo fatto un viaggio per lo più in strade asfaltate. Sappiate che in ogni caso qualche strada battuta o per fuoristrada la farete comunque, anche solo per arrivare ai parchi, o dentro gli stessi. Queste strade secondarie sono comunque generalmente buone e percorribili anche con mezzi normali... Solo una volta ci è capitato di non sentircela a proseguire per le condizioni della strada e abbiamo fatto a meno di vedere un lookout, niente di imprescindibile.

La benzina, che costa più o meno come da noi, si trova quasi sempre nelle cittadine e nelle Roadhouses lungo la strada, che sono segnalate e ad ognuna scrivono sempre anche la distanza dalla successiva (a volte sono anche 300 km quindi occhio!). Non ci siamo mai portati taniche dietro con noi, ma spesso ci siamo fermati anche a serbatoio mezzo pieno perché temevamo di finire prima la benzina... Si può pagare con carta di credito, come quasi tutto in Australia. Nelle Roadhouses si trova anche da bere, da mangiare (genere fast food), e qualche genere di prima necessità.

 

Dove dormire e mangiare durante il viaggio in camper in Western Australia

Dove abbiamo dormito: circa una sera su tre abbiamo dormito in campeggi attrezzati, ovvero i classici campeggi con tutti i servizi, simili a quelli che si trovano in ogni parte del mondo. In tutte le località i campeggi sono presenti e facili da trovare, sono molto diffusi e soprattutto nell'ovest australiano, più numerosi degli alberghi. Il costo è variabile ma noi abbiamo sempre speso tra i 40 e i 50 dollari australiani a notte, per un posto con elettricità (motivo principale per andare nei campeggi, oltre ai servizi e alle docce!). Le altre notti dormivamo invece accampati in posti dove è consentito il campeggio notturno (di solito zone più defilate dalla strada principale). Dentro al furgoncino abbiamo trovato una guida che le riportava tutte per località, spiegando anche che strada seguire e come arrivarci... Normalmente eravamo quasi da soli in queste aree, e sono situate in posti scenografici, in riva al mare, e non sono attrezzate per nulla.

Per mangiare occorre essere sempre autonomi perché non si sa mai se si trovano negozi o ristoranti nei posti che si sta andando a visitare... Noi compravamo nei piccoli markets che trovavamo ogni tanto nelle cittadine, sono piuttosto cari ma si trova abbastanza di tutto. Quasi sempre abbiamo cucinato tutti i nostri pasti in autonomia, facendoci sandwich per pranzo e mangiando invece un pasto caldo la sera (pasta, riso, più verdure, tonno, formaggio, etc). Mangiare fuori è molto caro nelle località turistiche e nel western Australia in particolare, per cui ci andava benissimo mangiare nel verde o nei campeggi! Da ricordarsi che tutti gli alcolici sono venduti solo nei negozi appositi, che non si trovano sempre... Si chiamano Bottle Store e hanno la licenza di vendere alcolici.

Non c'entra con il mangiare, ma è da sapere che il costo delle sigarette in Australia è proibitivo, almeno 25 dollari a pacchetto, e anche queste si trovano in pochissimi posti! Unito al fatto che in tanti luoghi anche all'aperto, è vietato fumare, in giro per il paese si vedono pochissimi, ma veramente pochissimi, con la sigaretta in mano!


Consigli finali su cosa portare o meno


Cosa abbiamo trovato utile
: insieme al furgoncino, ci hanno dato asciugamani, lenzuola, sacchi a pelo e coperte aggiuntive, oltre a tutto il necessario per la cucina, pertanto non ci sono tante cose da portarsi dietro se affittate un van in Australia... Quello che noi abbiamo trovato utile e che ci siamo portati dall'Italia è stato il classico coltellino svizzero multi uso, a volte anche per piccole riparazioni, la torcia per girare nei campeggi o ancora di più nel bush, tante salviette per lavarsi, una saponetta da usare con il lavandino del camper, e campioncini di bagno schiuma e shampoo da usare per lavarsi nei campeggi, oltre ad uno/due sacchettini con il detergente per la lavatrice, presente nei campeggi e che noi facciamo sempre almeno una volta a metà viaggio. Tutto sommato poche cose e non ingombranti, ma molto utili!


Cosa abbiamo trovato inutile: il Gps, noleggiato insieme al furgoncino ma quasi mai usato... Le strade sono poche e ben indicate, è praticamente impossibile sbagliarsi. Consiglio il noleggio solo se il vostro giro prevede anche grandi città nelle quali potrebbe essere più difficile trovare la strada giusta... Inoltre, nel Western Australia la ricezione delle reti telefoniche è talmente poco diffusa che la scheda SIM locale comprata a Perth si è rivelata quasi completamente inutile durante il viaggio itinerante. Ci hanno detto che in questo stato prende di più la compagnia Telstra, ma sappiamo per certo che in tantissime aree come le penisole di Monkey mia ed Exmouth ad esempio, nessuna compagnia prendeva!

Spero di avervi dato tutte le informazioni utili per il vostro prossimo viaggio in questa parte di mondo così affascinante e con una natura spettacolare!! Se volete leggere tutto il nostro diario di viaggio in Western Australia eccolo qui: Diario di Viaggio in Australia: un’Avventura in Camper tra Deserto, Spiagge, Barriera Corallina, Parchi Naturali e Tanti Animali!

Se ti è piaciuto il nostro diario (e se sei arrivata/o fin qui vuol dire di sì!), registrati al nostro sito, così non ti perderai le newsletter quindicinali e avrai accesso ai contenuti speciali per gli utenti registrati! www.globetrottingkids.com/it/utenti/registrati

Ti puo interessare anche Cosa Visitare a PERTH e Dintorni: la Nostra Esperienza e i Consigli di una Famiglia Locale!

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0
I tuoi commenti sono soggetti a moderazione da parte degli amministratori.
  • Nessun commento trovato

Google Translation:

Accedi al tuo Account:

Trovaci:

Di seguito, i collegamenti per trovare GlobeTrottingKids sui principali social network.

Collabora con noi:

Ti piacerebbe curare una rubrica o comunque collaborare al blog? Faccelo sapere e ti contatteremo!