GlobeTrottingKids

Quest’anno abbiamo deciso di fare un viaggio in Cina, anche se dire “Cina” è un po riduttivo, la Cina è un paese immenso e variegato che merita almeno 5 o 6 viaggi….insomma, questo sarà il nostro primo viaggio in Cina!

Come sempre non amo i viaggi organizzati ma soprattutto i viaggi dove salti da un posto all’altro prendendo aerei o treni veloci vedendo poco di tutto. Io sono per i viaggi lenti che permettono di approfondire la conoscenza dei posti e delle persone/culture del luogo. Per questo motivo, dopo aver studiato varie guide sulla Cina, ho deciso di visitare Pechino (Beijing) e lo Shanxi, una delle regioni della Cina, a nord ovest di Beijing al confine con l’Inner Mongolia.

 

Il dubbio era tra il classico tour Beijing-Xian-Shanghai, sicuramente interessante ma anche molto turistico e un tour più “autentico”, fuori dagli itinerari proposti dalle agenzie di viaggi.

Il tempo a nostra disposizione era di 2 settimane + viaggio, ho quindi deciso di dedicare una settimana a Beijing (e sinceramente se la si vuol visitare bene 1 settimana ci vuole tutta! Tra l’altro permette di iniziare a immergersi nella cultura cinese in maniera soft visto che a Beijing potrete trovare zone ancora “tradizionali” con i bellissimi hutong ma anche moderni grattacieli e Mc Donald’s nel cuore della capitale. Anche per quanto riguarda il cibo, aspetto che scoraggia molti italiani dall’andare a visitare la Cina in autonomia, a Beijing potrete trovare ristoranti super occidentali o catene internazionali ma anche ristorantini con 5 tavolini di legno e un menù scritto solo in cinese ma corredato di foto. Noi ovviamente abbiamo optato per questa seconda scelta: abbiamo sempre mangiato benissimo, senza alcun problema intestinale e spendendo al massimo 4 euro in tre!

Per la  seconda parte del viaggio ho deciso di dirigermi in treno verso l’Inner Mongolia, per il fatto che a Datong e nei dintorni ci sono bellissimi siti archeologici molto poco pubblicizzati (non abbiamo incontrato nessun occidentale durante la settimana trascorsa in questa zona della Cina, pur non essendo una zona remota!) e anche per il fatto che il treno che arriva qui è (al momento) ancora uno dei treni a lenta percorrenza ciò permette di ammirare i bellissimi paesaggi che si incontrano lungo il percorso e, anche qui, di non incontrare occidentali, troppo presi dal voler muoversi velocemente per vedere il più possibile.

Per quanto riguarda il budget, organizzando il tutto “fai-da-te” abbiamo speso a testa meno di 1.000 euro a testa: 500 euro per il volo, 50 euro in media per glialberghi (4 o 5 stelle), 14 euro per il treno da Beijing a Datong a/r e 150 euro per 2 giorni di taxi/auto con autista per visitare la Muraglia cinese e alcuni siti vicino a Datong, per il mangiare abbiamo speso dai 3 euro ai 24 euro (per tutti e tre!).

Vi riepilogo a seguire il mio itinerario, non mi dilungherò però troppo sulla descrizione dei posti (che troverete nelle guide turistiche, ad eccezione di Datong non molto pubblicizzata), cercherò invece di dilungarmi un po di più su aspetti pratici: dove dormire e come spostarsi…zaino in spalla.

Una prima annotazione che voglio fare riguarda il fatto che in Cina pochi (o nessuno) parla inglese, in effetti è vero (eccetto che negli alberghi locali del centro) ma per noi non è stato assolutamente un problema, le persone che abbiamo incontrato hanno sempre cercato di aiutarci e cercare di farsi capire. In ogni caso un’applicazione di traduzione italiano-inglese e un piccolo manuale di lingua sono più che sufficienti per riuscire ad arrangiarsi. In particolare per gli spostamenti, se volete usare il treno, prendetevi già gli estremi del n. treno, nome del posto dove volete andare, orario del treno dal sito delle ferrovie cinesi, sarà più che sufficiente per acquistare il biglietto per conto vostro alla stazione ferroviaria o farvelo comprare dalla reception dell’albergo.

COSA VEDERE

A Beijing

Tempio del Cielo

Il tempio si trova all’interno di un enorme parco molto frequentato dagli abitanti della città. 

Questo è un posto particolarmente adatto ai bambini che potranno correre sui verdi prati del parco ma anche:

  • ammirare i molti signori cinesi che in tutta tranquillità fanno volteggiare nel cielo i loro aquiloni variopinti, se i vostri figli poi sono particolarmente intraprendenti potrete chiedere (a gesti) di farvi provare a manovrare l’aquilone, noi ci abbiamo provato e un anziano signore ci ha fatto pilotare il suo aquilone…divertentissimo!
  • Osservare gli anziani che giocano lungo il porticato a carte o a Mah Jong, tipico gioco cinese. Io mi sono scaricata da internet le regole e costruito il gioco in cartone….giusto per calarci ancora di più nel clima locale!
  • Osservare i signori che all’ingresso del tempio dipingono per terra complicati ideogrammi usando acqua e grossi pennelli
  • Osservare le mosse Tai Chi degli anziani che si recano qui all’alba o al tramonto per la loro pratica quotidiana. Io avevo scaricato da internet alcune sequenze di tai chi da internet e una sera abbiamo provato anche noi!
  • Unirsi ai gruppi di danzatori che si trovano sparsi nel parco ma anche in altre zone della città. A pechini potrete trovare buffi gruppi di persone che fanno una specie di aerobica nelle piazze delle strade, di solito c’è un capo gruppo con uno stereo che compone semplici coreografie e chiunque passi di li si può unire in quest’aerobica da strada!
  • All’ingresso troverete venditori di bibite e di giochi in legno per ricostruire il Tempio del Cielo

Città Proibita

La Città Proibita, che rappresenta il cuore di Pechino e della Cina intera, fu la residenza degli imperatori delle ultime due dinastie cinesi Ming e Qing. La struttura è immensa con decine e decine di edifici, grandi complessi ognuno con una storia particolare, strade, giardini e piazze come una piccola città nella città. Raccontate ai bambini qualcosa prima di venire sulla storia della città o sul significato degli animali mitici che si vedono sui tetti dei palazzi della Città Proibita o magari fategli vedere (a Gabriele è piaciuto tantissimo) il documentario di Piero Angela che trovate su YouTube sulla vita dell’imperatore Qin Shi Huang….servirà per immergersi ancora di più nell’atmosfera del luogo.

Piazza Tienanmen

La Piazza Tiananmen, ossia Piazza della Porta della Pace Celeste, è uno dei simboli di Pechino ed è la piazza più grande del Mondo. Recatevi li al tramonto per assistere ai soldati che marciano davanti la Porta della Pace Celeste per ammainare la bandiera. Per accedere alla piazza bisogna passare i metal detector, potreste quindi trovare un pò di coda agli ingressi.

Palazzo d’Estate

Il Palazzo d’Estate è grande residenza imperiale immersa in un parco che circonda il lago Kunming. Qui potrete passeggiare tra i bei palazzi ma anche affittare un pedalò o assistere a uno spettacolo di musica e danza in un odei templi che costituiscono il complesso.

Tempio dei Lama

Il Tempio è composto da un lungo sentiero alberato che porta ad una serie di cortili con edifici sacriAll’interno del tempio l’atmosfera è molto mistica con tanti fedeli in preghiera e qualche lama che gironzola per le vie strette del tempio. I bimbi si divertiranno a far girare le ruote di preghiera come quelle che si trovano in Tibet
Mercato del “cibo di strada” (scorpioni, stelle marine, serpenti, cavallette,..) queste bancarelle incuriosiranno sicuramente i bambini con la loro offerta di spiedini di cavallette, stelle marine, serpenti, scorpioni ,……se siete coraggiosi potete assaggiarli o più normalmente (come abbiamo fatto noi) mangiare dei gustosi spiedini di carne o pesce!

Spettacoli Shaolin. Al Red Theatre di Beijing potrete assistere auno spettacolo decisamente d'effetto, con acrobazie spettacolari e coreografie ben studiate. Quando siamo andati noi (Aprile 2014) gli orari erano i seguenti: 5:15-6:30pm e 7:30-8:45pm e i prezzi: RMB180/p.p - 680/p.p. Per info più aggiornate vai su: www.beijingkungfushow.com

Altre visite che potete fare a Beijing sono: La città sotterranea (l’ingresso alla città sotterranea si trova in via Xi Damochang 62 e si può raggiungere con la metro alla fermata Chongwenmen), lo Zoo di Pechino che si trova in Zhongguancun Nan Dajie e si può raggiungere con la metro alla fermata Zizhu Qiao oppure Baishi Qiao, le Torri della Campana e del Tamburo, per salire sulle torri dovete acquistare un ticket per ogni singola torre o per entrambe, i Laghi ShiSha che si trovano alle spalle della città proibita e si estendono fino alle torri a campana e a tamburo. Il modo migliore per visitare la zona è affittare una bicicletta.

A Datong

Le grotte di Yungang

A 16 km dalla periferia occidentale di Datong, queste le grotte, costruite durante la dinastia dei Wei settentrionali (386-534), sono l’attrattiva più famosa di Datong. Sono composte da 53 cave di grandi e piccole dimensioni. In particolare la grande statua di davanti alla grotta n.20 è alta 14 m. Esplorate queste grotte in tutta tranquillità…vi sentirete dei veri esploratori!

Per informazioni vai su:www.yungang.org

Il Tempio sospeso

Costruito 1400 anni fa, è un tempio che integra Buddismo, Taoismo e Confucianesimo.Tra i vari edifici cinesi, il Tempio sospeso nel vuoto spicca per la sua ingegnosità: situato nel piccolo bacino di una profonda gola montana, con ai lati pareti verticali alte più di 100 metri, è fissato nel bel mezzo di una parete a strapiombo, a circa 50 metri dal suolo. Il tempio comprende 40 piccoli padiglioni e terrazze collegati da passerelle sospese nel vuoto, su cui i visitatori fanno attenzione a posare i piedi, trattenendo il respiro, temendo che un piede mal messo possa far crollare il tempio. Invece, nonostante il costante cigolio del legno, questo è ben saldo alla parete…e i bambini si divertiranno un mondo ad andaresu e giù per queste strettissime scalette!

COME MUOVERSI

A Beijing

In città il modo migliore per muoversi, visto il traffico, è la metropolitana. Potete acquistare il biglietto direttamente in metropolitana, ricordatevi di conservarlo fino alla fine del viaggio perché serve a sbloccare i tornelli in uscita. Per entrare in metropolitana bisogna sempre passare il metal detector, come in aeroporto.

Potete trovare un’utile mappa (in cinese e italiano) sul sito

Per informazioni vai su:www.johomaps.com 

Per raggiungere i principali luoghi di interesse della città le fermate sono le seguenti:

  • Tempio del Cielo: fermata di Tiantan-dongmen sulla linea 5
  • Città Proibita: fermata Tienanmen sulla linea 1
  • Piazza Tienanmen: ci sono 2 fermate Tienanmen Est e Tienanmen West sulla linea 1
  • Palazzo d’Estate:  fermata di Beigongmen sulla linea 4 o fermata di Xiyuan, prendete l’uscita C2 (uscita sudovest) e andate a piedi fino all’ingresso est del palazzo
  • Tempio dei Lama: fermata Yonghegong Lama Temple sulla linea 2 e 5
  • Mercato del “cibo di strada” (scorpioni, stelle marine, serpenti, cavallette,..): fermata Wangfujing sulla linea 1

A Datong

Qui vi consiglio di noleggiare un auto con autista (noi abbiamo pagato 70 usd al giorno), potete contattare il CITS di Datong al seguente indirizzo per prenotare in anticipo il noleggio auto Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o prenotare direttamente al vostro arrivo, l’ufficio del CITS si trova proprio all’uscita della stazione ferroviaria di Datong.

Da Beijing a Datong

Per raggiungere Datong da Beijing vi consiglio il treno (poco più di 6 ore), per noi è stata un’esperienza fantastica. Se decidete per il treno ecco alcune info utili:

    • Portate con voi il passaporto che viene controllato all’ingresso in stazione
    • Andate in stazione in anticipo, la trafila per arrivare alla piattaforma di partenza è un po lunghetta ma non potrete sbagliare treno. Quando arrivate alla stazione di Beijing infatti dovrete passare un primo controllo di biglietti e passaporto, poi il metal detector, quindi vi indirizzeranno nella vostra “sala di attesa” da cui di solito partono 5/6 treni, la sala ha infatti 5/6 uscite da ciascuna delle quali si accede solo alla piattaforma da cui parte il treno indicato sul display sopra all’uscita, quando il display indica il numero del vostro treno (anche in cifre occidentali) dovrete passare l’ultimo controllo (una persona vi controllerà nuovamente il biglietto…insomma sbagliare è impossibile con tutti sti controlli!)  prima di accedere al binario dove troverete il treno pronto per la partenza.
    • I nostri treni sono sempre stati puntualissimi.
    • Se viaggiate di giorno non è necessario prendere un posto “Sleeper” un normale “Seat” va benissimo, spenderete quindi circa 54 yuan a testa
  • Vi riporto di seguito la tabella con gli orari dei treni alla data in cui ho scritto l’articolo (Aprile 2015), per info più precise/aggiornate potete andare sul sito: www.chinatrainguide.com
DaA DatongDurataPrezzoKm
7.10 11.10 4h 133 yuan 395 km
7.40 11.40 4h 133 yuan 395 km
8.20 12.20 4h 133 yuan 395 km
9.00 13.00 4h 133 yuan 395 km
9.40 13.40 4h 133 yuan 395 km
11.00 15.00 4h 133 yuan 395 km
11.30 15.30 4h 133 yuan 395 km
12.00 16.00 4h 133 yuan 395 km
12.40* 17.40 5h 128 yuan 396 km
13.20 17.20 4h 133 yuan 395 km
14.00 18.00 4h 133 yuan 395 km
14.30* 19.30 4h 133 yuan 396km
14.40 18.40 4h 133 yuan 395 km
15.40 19.40 4h 150 yuan 395 km
16.00 20.00 4h 150 yuan 395 km
16.50 20.50 4h 150 yuan 395 km
17.30 21.30 4h 133 yuan 395 km
18.00 22.00 4h 133 yuan 395 km

Tutti i treni partono dalla stazione di Beijinj Liuliquiao ad eccezione di quelli con asterisco che partono da Beijing Zhaogongkou

Per altre info sui treni vai su: www.chinahighlights.com, www.china-diy-travel.com o www.chinatraintickets.net"

Un’altra soluzione è quella di prendere un bus che impiega indicativamente 4/5 ore per arrivare a Datong a un costo di 150 YUAN a testa. Potete trovare orari e prezzi aggiornati sul sito:www.chinabusguide.com

 

Google Translation:

Accedi al tuo Account:

Trovaci:

Di seguito, i collegamenti per trovare GlobeTrottingKids sui principali social network.

Collabora con noi:

Ti piacerebbe curare una rubrica o comunque collaborare al blog? Faccelo sapere e ti contatteremo!