GlobeTrottingKids

Quando Aurora aveva 8 mesi, abbiamo deciso di ritagliarci una settimana in un posto relativamente caldo e che non fosse troppo lontano da raggiungere. Abbiamo optato per Fuerteventura sia per il volo piuttosto comodo ed economico con Ryanair da Pisa (circa 4 ore), sia perché era l'isola insieme a Lanzarote che ci ispirava di più, meno costruita e turistica rispetto a Gran Canaria o Tenerife. Inoltre, Lanzarote è raggiungibile con il traghetto da Fuerteventura per cui con un viaggio avremmo potuto visitare due isole!


Abbiamo quindi scelto di stare a nord sulla spiaggia di Corralejo, in modo tale da essere già vicini all'imbarco dei traghetti. Abbiamo optato per un appartamento (così da cucinare tutte le pappe a casa) e l'abbiamo trovato su Booking proprio sulla spiaggia (Apartamentos Caleta Playa); tra l’altro era un appartamento piuttosto spazioso e avevamo due camere separate e un grande soggiorno con terrazzino. Per girare l’isola abbiamo noleggiato l'auto ritirata in aeroporto tramite il sito www.rentalcars.com. La settimana di viaggio e' stata decisamente low cost perché tra voli, appartamento e noleggio abbiamo speso circa 800 euro.

Ogni giorno da Corralejo (che già e' piuttosto carina, come spiaggia e come locali) abbiamo fatto gite in auto e abbiamo girato pian piano tutta l'isola. In particolare, siamo andati sulle dune di sabbia che scendono al mare (poco più a sud di Corralejo), abbiamo visitato le spiagge più belle, e verso l'estremo sud fino al faro per godere dei panorami e visitare il faro (penisola di jandia).

Di seguito una breve descrizioni dei posti che abbiamo visitato:

Betancuria, la vecchia capitale, incastonata in una valle dove intorno ci sono solo rocce desertiche e in mezzo tanto verde, con le sue casette e chiese, e il centro dell’artigianato, a noi è piaciuta e ci ha dato l’idea del vecchio villaggio di una volta. Santa Maria è un centro dove poter ammirare gli artisti all’opera e anche mangiare al ristorante, molto carino.

Caleta de Fuste e Morro Jable, ci siamo passati per andare verso sud, sono centri turistici molto sviluppati dell’isola, ma appunto perché troppo costruiti ci sono sembrati un po’ finti e pieni di hotel e altre amenità da turisti da viaggio all inclusive, siamo andati oltre e siamo stati contenti di aver pernottato a Corralejo e non qui!

 

Corralejo, vero che è un centro turistico anche qui, ma secondo me mantiene ancora un che di villaggio locale (una volta era un paese di pescatori), soprattutto lungo la spiaggia dov’era il nostro appartamento. La spiaggia era quasi deserta, con ristorantini e negozietti lungo la passeggiata, pescatori con le barche, artisti che scolpiscono la sabbia… andando invece in alto sulla strada principale, ci sono anche supermercati, tanti negozi (dove comprare souvenir ma anche costumi e parei molto carini, locali per la sera, negozi di firme internazionali, insomma è una vera e propria cittadina). Si trova di tutto qui, come nei nostri supermercati, non è il caso di portare nulla da casa.

Villaggi e cittadine: Antigua, una piccolissima cittadina la cui attrazione principale è il mulino a vento totalmente restaurato, visitabile insieme ad un giardino di cactus e un piccolo museo. Anche a Lajares ci sono ancora dei mulini, poco a sud di Corralejo si vedono dalla strada. La Oliva è un’altra cittadina carina con chiesette e case bianche. Pajara è forse la cittadina che mi è piaciuta di più per via della vegetazione e dei tanti fiori, poi la chiesa è considerata la più bella dell’isola. Tindaya nasce ai piedi dell’omonima montagna considerata sacra, e si possono vedere le incisioni rupestri, alcune strane come piedi. Sono situate in cima alla montagna, noi non siamo andati con Aurora era troppo piccina, ma già la vista della montagna in sé è particolare.

La Lajita Zoo (www.fuerteventuraoasispark.com ): sulla costa est di Fuerteventura c’è il parco di animali che oltre a tenere più di 200 specie di animali diversi, ha anche i leoni marini, un centro botanico, e varie attività giornaliere. I bambini entrano gratis (che non guasta mai), e si possono prendere i biglietti online sul sito. Veramente consigliata come gita di una mezza giornata per alternare le spiagge e le visite!

La Pared è un villaggio famoso per appunto questo muro di roccia nel mare, che idealmente divide in due l’isola. Il villaggio non è niente di speciale, ma un posto carino per passare una giornata o andarci a pranzo è il Bahia Mar dove c’è ristorante, piscina con scivoli, parco giochi e terrazza per prendere il sole. Non ci siamo stati ma ho letto essere un posto carino per rilassarsi un po’ nel verde.

Penisola di Jandia: la penisola (circa un’ora a sud dell’aeroporto), ha la montagna più alta dell’isola, e vegetazione sparsa, e ha le spiagge più belle di sabbia bianchissima con un mare che sembra una piscina… siamo arrivati fino al faro per avere una panoramica della costa. Il panorama è molto bello, la strada per arrivare al faro è sterrata ma con un’auto normalissima ci siamo arrivati.

Spiagge: El Cotillo è sia un paesino sia una spiaggia meravigliosa, a nord vicina a Corralejo, veramente imperdibile e dopo averne viste tante siamo tornati qui l’ultimo giorno…. Costa Calma è una zona di spiagge molto belle e bianche, a sud dell’aeroporto nella costa est (da Playa Barca in giù). Molto belle le spiagge, e non così costruita e turistica come Caleta de Fuste, ma neanche desertica come El Cotillo. La Penisola di Jandia ha le spiagge considerate più belle dell’isola (sia Jandia che Sotavento),



A Lanzarote siamo stati solo in giornata, con il traghetto e imbarcando anche la macchina per poterla girare, ma l'isola e' piccina e siamo riusciti a farci un'idea girandola tutta. Qui il panorama e' più vulcanico, con rocce scure che ricordano un paesaggio lunare, ancora meno costruita e popolata di Fuerteventura... Veramente affascinante!
Da vedere assolutamente il Mirador del Rio, per lo splendido panorama ma anche per la strada in se' che vi arriva... Inoltre abbiamo visto la famosa spiaggia di Papagayo che pare la più bella dell'isola, dei giardini di cactus e i vigneti... Ci sarebbe stato molto altro da visitare come grotte, musei, parchi, oltre a poter salire su alcuni vulcani, ma per questioni di tempo non siamo riusciti. A me e' piaciuto soprattutto il panorama, spesso desertico ma mai banale, le spiagge particolari di sabbia scura vulcanica, il panorama che si attraversa andando in macchina, i rilievi di roccia rossa o scura...

Un’altra gita carina da Fuerteventura con il traghetto è all’isoletta Los Lobos, un posto incontaminato e in una riserva naturale.

Consiglio di consultare il sito www.fuerteventura.com che vi potrà dare numerose informazioni in merito a hotel, auto, voli, traghetti, escursioni e attività sportive. Anche il sito www.turismodecanarias.com può darvi un’idea dei posti con tante fotografie dei luoghi da vedere.

La settimana ci è piaciuta moltissimo e ci ha lasciato la voglia di tornare alle Canarie... Ritengo che con bimbi sia un'ottima scelta per una pausa invernale, vicine, a prezzi contenuti, sono sicure, relativamente calde anche in inverno, e sono attrezzate per accogliere famiglie e bambini!

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al blog per ricevere gli articoli più interessanti e più letti della quindicina! www.globetrottingkids.com/it/utenti/registrati

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0
I tuoi commenti sono soggetti a moderazione da parte degli amministratori.

Persone in questa conversazione

Google Translation:

Accedi al tuo Account:

Trovaci:

Di seguito, i collegamenti per trovare GlobeTrottingKids sui principali social network.

Collabora con noi:

Ti piacerebbe curare una rubrica o comunque collaborare al blog? Faccelo sapere e ti contatteremo!