GlobeTrottingKids

Con questo post vogliamo consigliarvi alcuni luoghi e attrazioni da visitare in famiglia perché la Sardegna non è bella solo da giugno a settembre e non è solo mare e spiagge.

In poche parole, il nostro post vuole essere un contributo per farvi scoprire una Sardegna accogliente tutto l’anno e, soprattutto, adatta ai bambini. Che è poi la mission di noi di bimboinspalla.com!

La nostra isola è infatti ricca di luoghi, parchi e attività da vivere in famiglia, perché possono stimolare – per diversi motivi – la curiosità dei piccoli visitatori.

Per comodità abbiamo individuato 10 di questi luoghi, sparsi su tutto il territorio regionale e diversificati nella loro natura.

Siete pronti a conoscere una Sardegna inedita e adatta ai più piccoli?

Musei e aree archeologiche

La Sardegna è una terra dalla storia millenaria e affascinante, quindi per conoscerla meglio non possiamo non visitare le testimonianze di questo passato (che siamo certi vi stupirà). Ecco qui un elenco di luoghi (strutture museali e aree archeologiche) che sono più adatti ai bambini:

  1. Museo Archeologico di Viddalba, piccolissimo paese del nord Sardegna (a pochi Km dal mare di Valledoria) che custodisce un’importante tesoro storico. Iniziamo col dire che questo museo si affaccia su un giardino pubblico dove è presente un parco giochi ben allestito (cosa che non dispiace mai a bambini e genitori). La struttura, molto piccola, conserva un’importante collezione che racconta la storia di questo territorio dall’epoca preistorica sino al medioevo. La particolarità del museo sta nel fatto che il percorso di visita è arricchito da numerosi touch screen con cui, attraverso giochi interattivi, i piccoli visitatori posso approfondire la storia del paese e, più in generale, della Sardegna. Il percorso di visita si completa con il Parco Archeologico Naturalistico di Viddalba, luogo meraviglioso che si affaccia sulle rive del fiume Coghinas. Qui, all’aria aperta, grandi e piccoli potranno conoscere le piante della Sardegna e alcune importanti testimonianze archeologiche. Assolutamente da visitare!
  1. Biddas: Museo dei Villaggi Abbandonati della Sardegna. In primo luogo va detto che questo è un “children’s museum”, ossia un museo allestito pensando ai bambini. Se già questo fatto lo caratterizza, la straordinarietà di questa struttura è la particolare (e difficile) tematica che si affronta: lo spopolamento dei villaggi. Con un doppio percorso di visita (per adulti e bambini) si cerca di spiegare questo particolare fenomeno: le sue cause e conseguenze. I bambini vengono chiamati direttamente in causa attraverso numerosi laboratori, finalizzati a spiegare loro il lavoro dell’archeologo e come si studia la storia dello spopolamento. Ah quasi dimenticavo! Il Biddas si trova a Sorso, a pochissimi Km da Sassari, ed è allestito in un palazzo baronale seicentesco.
  1. Pinacoteca Mus’a nel centro storico di Sassari. Questo museo permette una full immersion nella storia dell’arte sarda (e qui gioco in casa). Di sala in sala, di opera in opera, avrete modo di conoscere i capolavori della nostra produzione artistica dal medioevo al ‘900. Siamo sicuri che rimarrete affascinati e comprenderete meglio la creatività dei sardi! ☺ Il percorso di visita strizza un occhio ai più piccoli con riproduzioni dei quadri più importanti fatte dai bambini dei laboratori didattici e due grandi puzzle per imparare la storia dell’arte divertendosi! Ahimè, questo luogo che amo tanto ha un neo grandissimo: gli orari di apertura. Sono da ufficio pubblico e un museo non è un ufficio!
  1. Antiquarium Turritano ovvero il Museo Archeologico di Porto Torres. Ci troviamo sempre nel nord dell’Isola e questo museo ha la particolarità di essere stato costruito (meraviglie degli anni ’70) proprio sopra il sito archeologico dell’antica Turris Libisonis, la colonia romana che la tradizione vuole fondata da Giulio Cesare. Il percorso di visita dunque è completo: allestimento museale più area archeologica dove gli oggetti esposti sono stati usati e rivenuti. Un viaggio nel tempo ideale che permette di vivere, mediante i reperti, la storia di quel luogo. A tutto questo si aggiunga che il Museo ha predisposto un percorso dedicato ai bambini, dove vengono affrontati – in modo semplice – i principali argomenti dell’archeologia romana. Molto interessante e divertente.
  1. Museo del Territorio Sa Corona Arrubia. Adesso iniziamo a scendere verso sud. A Villanovaforru, nella Sardegna centro meridionale, si trova un museo nato per raccontare il territorio della Marmilla, regione storica dell’Isola. Il Museo ha un chiaro carattere divulgativo e didattico, perciò la sua visita è consigliatissima alle famiglie con bambini. Attraverso grandi diorami sono stati ricostruiti gli habitat naturali di questa zona e i bambini si divertiranno molto a riconoscere piante e animali, realizzato in maniera molto realistica. Inoltre nel “Padiglione Antropico” potranno scoprire interessanti informazioni sulla storia sarda!
  2. Museo dell’Ossidiana a Pau, piccolissimo paese della provincia di Oristano. La sua particolarità è quella di essere sia un museo archeologico sia un museo geologico. Attraverso la storia dell’ossidiana, materiale talmente importante in passato da essere definito “oro nero”, il museo vuole ripercorrere la storia dell’uomo e affrontare, soprattutto con i piccoli visitatori, argomenti molto attuali: come l’immigrazione e la globalizzazione. Non male no per un piccolo museo di un piccolo paese? Consigliatissimo!

Natura e paesi

La Sardegna è anche ricca di meravigliosi siti naturalistici e di suggestivi paesi. Qui ve ne consigliamo due, che abbiamo visitato e testato come “a prova di bambino”:

  1. Cascate di Triulintas, nel territorio del piccolissimo comune di Martis (SS). Sono un sito naturalistico bellissimo e molto adatto ai bambini che, diciamoci la verità, si divertono ovunque ci sia acqua! Le cascate sono immerse in una ricca vegetazione e il percorso per arrivarci sarà vissuto come una vera avventura per i piccoli esploratori: sentieri nascosti dalle piante, ponticelli di legno, corsi d’acqua da superare (in realtà sono dei rigagnoli minuscoli, ma lasciamo spazio all’immaginazione) fino ad arrivare alle rovine di un antico mulino e al cospetto delle bellissime e rumorose cascate! Così scoprirete anche che tra le tante cose da vedere in Sardegna ci sono anche le cascate! ☺ Per la sua particolare natura, consigliamo di visitare il sito nella bella stagione.
  1. San Salvatore del Sinis, in territorio del Comune di Cabras (quello dei famosi Giganti di Pietra) e a pochi passi dalle meravigliose spiagge della penisola del Sinis. Qui i vostri bambini avranno l’opportunità di visitare un vero villaggio western. Infatti il piccolissimo e pressoché disabitato borgo di San Salvatore negli anni ’60 è stato il set di numerosissimi film di “western all’italiana”. I bambini si divertiranno molto a percorrere le polverose vie del paesino immaginandosi dei cow boy!
  1. Onanì Experience: è un’avventura family friendly per scoprire il borgo di Onanì. Ci troviamo in provincia di Nuoro, in quel territorio meglio conosciuto come Barbagia e famoso per la sua ospitalità. Tablet alla mano, il piccolo Bachisius vi condurrà in una caccia al tesoro 2.0 alla scoperta dei tesori di questo paesino. Per noi è stato una bellissima esperienza: istruttiva e divertente! La consigliamo!

Parchi divertimento

Quando si parla di bambini non si può non parlare di parchi divertimento e nel centro della Sardegna ce n’è uno molto particolare che vi permetterà di percorrere tutta l’isola in poche ore:

  1. Sardegna in miniatura. Come dice il nome stesso, questo parco ha come maggiore attrattiva la riproduzione in scala delle bellezze monumentali e naturalistiche della nostra Isola. Ma non solo! Tutta la famiglia infatti potrà trascorrere una piacevole giornata visitando le numerose attrazioni del parco, come: l’”Amico Bosco”, un percorso botanico dove ci si può divertire a riconoscere le piante tipiche della macchia mediterranea; il “Padiglione Nuragico”, dove i bambini (soprattutto quelli in età scolare) potranno scoprire come vivevano i nostri antenati nella preistoria; o il “Planetario” che vi permetterà di affrontare un affascinante viaggio nello spazio. Insomma questo parco permette di trascorrere una piacevole giornata in famiglia, suggerendo anche alcune possibili destinazioni per conoscere meglio la Sardegna. Non male, no?

Bene con l’attrazione n. 10 concludiamo il nostro post, con la speranza di avervi dato informazioni utili, di avervi incuriosito e di avervi dimostrato come la Sardegna sia bella tutto l’anno e offra numerose attrazioni dedicate alle famiglie.

Vi aspettiamo!

Google Translation:

Accedi al tuo Account:

Trovaci:

Di seguito, i collegamenti per trovare GlobeTrottingKids sui principali social network.

Collabora con noi:

Ti piacerebbe curare una rubrica o comunque collaborare al blog? Faccelo sapere e ti contatteremo!